jump to navigation

Fiat Ipernova.IT 9 novembre, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
comments closed

Petoria dichiara indipendenza

Ebbenesì! Ad un po’ più di un anno dal primo post “Fiat Ipernova” (“E Ipernova fu”) il successo è stato talmente tremendo* che ci spostiamo al nuovissimo ed esclusivissimo e costosissimo dominio!!!

www.ipernova.it

Aggiornate i vostri preferiti e (per gli utenti più avanzati) sottoscrivete al nuovo RSS!

Le innovazioni saranno molteplici. Partiremo da una forma simile a quella attuale, ma più allargata (modificata dal sottoscritto). Man mano che andremo avanti Ipernova si riempirà di nuove applicazioni interattive che fino ad ora non erano possibili.

Vedrete comparire anche delle pubblicità, che però affliggeranno soltanto i post di utilità pubblica. Ciò si deve alla volontà che il blog si paghi le tasse annuali sul dominio. Ma comunque, se ogni 6 mesi Ipernova mi offre un gelato, lo mangerò ben contento 🙂

A questo punto, dichiaro chiusi i “primi giochi di Ipernova” e dichiaro aperta l’autocrazia di Ipernova!!!

A presto!

Paz

*Secondo WordPress in un anno i click sono stati 100’000, secondo la Procura 16.

Annunci

Lavori in Corso! 5 novembre, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
comments closed

Banner lavori in corso

Ipernova sta cambiando faccia. Per questo motivo entrerà in uno stato di ibernazione finché non sarà pronta la deflagrazione!! Hmhm-hoho-haha

I commenti verranno bloccati.

Stay tuned (che in italiano significa restate sintonizzati)

Paz

Informazione gratuita – il Paz è assente 21 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
comments closed

Ipernova – informazione gratuita, l’utente da lei cliccato è in una fiera di crucchi e ci lascerà a bocca asciutta per circa una settimana.

Per qualsiasi altra richiesta o reclamo, lasciate il vostro messaggio dopo il BIP

BIP

Fatboy Slim & David Byrne – Capolavoro di Videoclip 20 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Musica.
Tags: , , ,
comments closed

La canzone già mi piaceva. Fatboy Slim (ma adesso pare abbia cambiato nome) e l’ex leader dei Talking Heads, David Byrne, hanno fatto questa canzone allegrotta chiamata “Toe Jam”.

Ma la parte meravigliosa è il video, ammiratelo finché non lo toglieranno da YouTube

Fenomenale!

Paz

P.S.: Quello a 2:30 è Fatboy Slim in persona in un ballo che in USA chiamano “The helicopter”

Obama vs McCain – L’ultimo dibattito 17 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Democrazia.
Tags: ,
comments closed

Di solito seguo con più attenzione le elezioni alla Casa Bianca che quelle delle mie nazioni (intanto ne ho un paio).

Quando ero ancora studente, ho seguito tutti i dibattiti tra W. Bush e Kerry. Tutti rigorosamente alle 3:00 di mattina. Quest’anno, anche se sempre interessato, ho avuto modo di seguire soltanto l’ultimo dibattito (mi sono svegliato apposta).

Credo che le elezioni americane abbiano più influenza sul cittadino italiano che quelle dello stivale stesso, almeno per quanto riguarda quelle degli ultimi 8 anni (che se non sbaglio il conto sono state 4-5) visto che qua si vota e cambia sempre poco.

Gli USA volente o nolente possono rovinare qualsiasi scenario mondiale. La mia speranza è che nei prossimi anni abbia luogo un governo statunitense che almeno non faccia cazzate, sarebbe già un grossissimo passo avanti.

Ed invece vediamo arrivare questo nero dal nome equivoco. Una specie di Messia del nuovo millennio. Avrà sicuramente anche lui la sua lobby che lo regge, ma a sentirlo parlare sento una ventata di aria frescha superata soltanto dall’aria che respiro quando vado ad arrampicare col mio amico Nicola dalle parti del Natisone.

Ma torniamo a noi. L’entroterra americano (cioè gli stati ignoranti, poveri e repubblicani) è fondamentalmente il popolo più citrullo al mondo, soprattutto se si considera l’enorme potere decisionale che hanno. Per 2 decisioni sbagliate prese a scaglioni di 4 anni, hanno mandato a puttane la vita di tutti noi. Sì, di tutti noi. Hanno riacceso la guerra fredda, destabilizzato il M.O. e fatto crescere una bolla immobiliare a tavolino.

Finalmente la sorte sta cambiando rotta; oltre ad avere un nuovo messia, i Repubblicani hanno eletto come proprio candidato Topo Gigio. Guardatelo in qualche filmato. Ha un sorriso e uno sguardo da bambino. Ha le spalle rovinate e quindi muove le braccia come un cartone animato. Obama da solo (forse) sarebbe già bastato per vincere, ma i Repubblicani stavolta hanno pestato il caco. E meno male! Mancava solo che mettessero un’altra faccia da culo a convincere l’entroterra americano che la Union Carlyle pensa ai loro bambini.

Ieri notte, alle 3:00, mi sono emozionato sentendo Obama che diceva ad una delle nazioni più conservatrici del mondo E DURANTE UN DIBATTITO ELETTORALE la seguente frase: “L’aborto è un dramma e dev’essere vissuto in famiglia, ma la decisione spetta alla donna“. Il mio eroe!

Adesso, faccio mie le parole di Fidel Castro:Obama mi piace, è saggio, non capisco come non l’abbiano ancora ucciso“. Corriamo ancora questo rischio, e se perdiamo Obama saranno cazzi.

Il fatto che quel signore abbronzato possa cambiare totalmente rotta alla nazione più ricca e nel contempo più idiota fa di lui la persona attualmente più importante al mondo. E speriamo che abbia una maggioranza schiacciante anche fra i senatori.

Paz

Come evitare il bollo annuale di 40€ del Passaporto 15 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Le crociate.
Tags: , ,
comments closed

Mi prendo ogni merito di questa scoperta 🙂 Che però può funzionare soltanto con persone che hanno, oltre al passaporto italiano, un passaporto di un’altra nazione.

Qui in Italia siamo continuamente pressati da tasse, e quindi vediamo che annualmente si debba pagare una marca da bollo di 40,29€ perché si possa uscire dal paese con il proprio passaporto.

Il passaporto non è scaduto e vale in entrata anche senza bollino, però loro vogliono spillarti soldi.

Come paladino del raggiro legale, ho trovato una soluzione.

Partiamo dal presupposto che quando c’erano le marche da bollo vecchie, io ho viaggiato per 5-6 anni senza averle annullate mettendoci una data su, quindi  ho fatto valere una marca da bollo per tutto questo tempo (trucco attualmente impossibile, e sul limite del legale).

Piccolo aneddoto:

Quando c’è stato il cambio dalle vecchie marche da bollo (stile francobollo) a quelle nuove (vedi foto sopra), il finanziere dell’aeroporto mi ha controllato il bollo e mi ha detto, ne vada subito a comperare una dal tabacchino. Si è tenuto il passaporto e mi ha fatto il sorriso cosiddetto “Ti ho beccato, furbetto!”.

Io ho subito comperato la marca da bollo da 40,29€ dal tabacchino che sta a 5 metri dal controllo (chissa perché così prossimo?!) e al ritorno gli ho detto: “Ma se io non avessi i 40€ in contanti, avrei potuto presentare il mio passaporto brasiliano?” (nota: io ho il passaporto brasiliano).

Il poliziotto, dopo alcuni secondi di silenzio, mi ha detto perplesso e balbettante: “N-no, lei ha noi d-deve presentare s-solo il passaporto italiano”.

Quello che mi ha detto il poliziotto di frontiera è SBAGLIATO!

Ho rifatto oggi il mio passaporto (quello elettronico per poter andare in USA) ed ho chiesto in questura in maniera semplicissima:

Domanda: “Entrando in Italia sono tenuto a far vedere il passaporto italiano (in entrata però non serve il bollino), però quando esco, è indifferente che io presenti il mio passaporto italiano o quello brasiliano?”

Risposta del Carabiniere in Questura: “Faccia come preferisce, tenga solo presente che se fa vedere quello italiano dovrà pagarsi il bollino”.

In pratica mi ha detto, fai vedere il tuo passaporto straniero così non paghi.

Viaggiando tanto, mi è capitato già di fare la prova prima ancora di chiedere. Con in tasca un passaporto italiano valido e con bollino presente, ho esibito al poliziotto di frontiera il mio passaporto brasiliano. Lui non ha fatto nient’altro che controllare la foto e timbrare l’uscita in una delle pagine vuote.

Parafrasando Frankestein Jr.

SIIII – PUOOOO’ – FAREEE!

Paz

Pillole di demenza – Lezioni di vita 13 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags: ,
comments closed

Vi scrivo per illustrarvi quanto la demenza sia presente nella vita di ciascuno di noi.

Ieri sera mi guardavo Report e mentre ascoltavo la Gabanelli (che comunque è una donna che “spinge”) giocavo con una ventosa.

Nota sulla Ventosa: ho comperato un lampadario nuovo all’IKEA e la ventosa serviva per attaccarci le lampade alogene (ottime per durata e rendimento, seconde solo a quelle ad alto risparmio o a LED, ve le consiglio). Una volta installato il lampadario (e per l’installazione ringrazio Lesnina che invece di passarmi gli attrezzi stava sul letto a leggere Topolino) ti rimane in mano la ventosa, e quindi un nuovo giochetto mentre si guarda la TV la domenica sera.

Durante la serata, ho provato la presa della ventosa un po’ ovunque (risparmiate le battute oscene) fino che ad un certo punto mi sono detto: vediamo quanto tempo tiene se la attacco sulla fronte.

Il mix di superficie piatta e aderente rende la fronte un luogo perfetto per attaccarci una ventosa, potrei brevettare l’idea e appenderci degli occhiali. Dopo un quarto d’ora, comprovata l’efficacia del luogo, ho deciso di togliere la ventosa, e subito ho pensato: non posso toglierla con forza, altrimenti faccio come quelle cinesi con le mezze sfere di vetro che ti fanno quegli ematomi sulla schiena, oppure come quella moltitudine di ragazze che una volta mi facevano i succhiotti (ovviamenti solo nei miei sogni più surreali).

Lì scattarono i 10 secondi di demenza, al grido di “machissenefrega” ho tirato la ventosa, che mi è restata in mano come previsto.

Insomma, si vive una volta sola. Perché preoccuparsi sempre di tutto se si può tranquillamente tirare una ventosa e rimanere con un livido circolare sulla fronte?

Paz

E Berlusconi finalmente andrà in galera 6 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Democrazia.
Tags: , ,
comments closed

Chiedo umilmente ai lettori di destra che leggano queste poche righe.

Berlusconi non ha mai temuto la condanna come adesso.

Purtroppo per lui, un signore di cognome Mills, ha consegnato al suo commercialista inglese una lettera firmata in cui diceva che 600mila€ del suo conto in banca erano stati depositati da Berlusconi perché lui (cioè Mills) omettesse certi fattacci durante una deposizione in tribunale.

Stando a quanto dice lo stesso Mills nella lettera, questi fatti avrebbero messo Berlusconi in guai serissimi, e per questa omissione è stato pagato.

Solo che in Inghilterra la gente è perlopiù onesta, ed il commercialista di Mills ha denunciato tutto alla polizia. Gli inglesi poi, ci hanno consegnato tutto il materiale per incastrare Berlusconi.

Ci sono prove schiaccianti e Mills ovviamente verrà condannato. Stiamo a vedere Berlusconi.

Quel meraviglioso decreto che rende immuni le 4 più alte cariche dello stato ha avuto soltanto 1 effetto. Cioè rendere Berlusconi immune da questo impiccio, e renderlo “in grado di governare”.

E invece vediamo che gli avvocati di Berlusconi si introducono anche per evitare la condanna di Mills.

Ma se uno è innocente, perché deve rendersi immune? E se è immune per “essere in grado di governare”, perché deve scarcerare un altro che si suppone sia anche innocente?

Sta di fatto che gli avvocati di Berlusconi (tutti parlamentari) vengono continuamente chiamati in udienza per questa faccenda, ed ogni volta trovano scuse ed addirittura convocano il parlamento in sede straordinaria per discutere per 40 minuti di sciocchezze.

L’ultima minchiata era quella in cui, per l’assenza degli avvocati, a Berlusconi è stata affidata un’avvocatessa d’ufficio. E i MEDIA? Invece di dire il perché della presenza di quella avvocatessa, hanno fatto del Gossip sul sogno della ventottenne che si avvera.

MAVAFFANCULO!

Secondo me, il finale di questa storia è che Berlusconi finirà in galera e morirà al più presto, umiliato e sofferente, con la gente che sputa addosso alla sua immagine. Lo so, sono un inguaribile ottimista.

Paz

P.S.: Per chi volesse approfondire l’argomento, guardate il video di Passaparola in cui Travaglio parla del caso Mills (cliccate nel banner laterale di Ipernova)

P.P.S.: Il fatto che disprezzi Berlusconi non vuol dire che approvo i suoi oppositori. Ma credo fermamente nella magistratura.

Auguri Ipernova (in ritardo) 2 ottobre, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags: ,
comments closed

Mi scuso per il poco tempo dedicato al blog nell’ultimo mese. A malapena riuscivo a leggere i commenti. Ero in una full-immersion lavorativa senza precedenti.

Sono qui per festeggiare (con il mio solito ritardo per gli auguri di compleanno) il primo anno di esistenza di Ipernova.

Questa creatura, nata dall’estremo entusiasmo indottomi dall’ottimo blog di due amici (e cioè l’onnipresente Culoecamicia), è iniziata in maniera piuttosto garbata, prendendo inevitabilmente con il tempo le mie sembianze. Da lì l’opinione comune che ad un certo punto il livello di Ipernova si è abbassato. Come ciliegina sulla torta c’è il sodalizio con Ilpandadevemorire, blog che sono fiero di aver sponsorizzato fin dagli albori, e che spero di aver aiutato in qualche maniera.

La nascita di Ipernova è stata all’inizio travagliata. Essendo questo un blog di coppia (anche se col tempo è diventato un blog soltanto di Paz, con delle apparizioni di una guest star chiamata Lesnina)  c’era da incontrare un nome che piacesse ai due. E meno male! Altrimenti il nome del blog sarebbe “La prima mela”. Nome interessante, ma che dopo 2 secondi sta già sulle balle.

Ipernova è nato di notte, dopo un susseguirsi di tentativi malriusciti, ed ha subito partorito il primo post che narrava soltanto la prima breve epopea della ricerca del nome, ed il cui obiettivo era solo dire a ZAR (alias “Culo” di Culoecamicia) sul messenger che avevo inaugurato il blog.

L’obiettivo che è venuto delineandosi è soprattutto quello di stravolgere certe abitudini e/o credenze che in Italia si hanno e non si discutono. Da qui nascono: Panda, Circoncisione, Calvin & Hobbes, IL DOPPIAGGIO, Pink Floyd e il mago di OZ, cose che in Brasile ci sono e qui no, una grande serie di argomenti “for dummies” ridotti ai minimi termini, e via avanti.

Come già spiegato in questo post, le statistiche di Ipernova sono il mio giochetto preferito . Seguono quindi un po’ di dati:

L’esplosione di visite dei primi 3 giorni ci ha immortalati fra i blog più in crescita. Comunque, partire da 1 e arrivare a 50, è una signora crescita. Ma 50 è poco.

Poco a poco ed inesorabilmente Ipernova ha macinato affezionati (nel senso che li ha proprio macinati). Persone che non mi sarei immaginato sono venute e mi hanno fatto i complimenti. Finché ad un certo punto ho notato che c’era del traffico che arrivava da Wikipedia, ed ho scoperto di essere diventato una fonte.

In seguito, ho iniziato a fare dei post di interesse pubblico, come quello sulla circoncisione che non ha mancato di informare gli italiani su una pratica che molti erroneamente giudicano sbagliata (ultima notiziona: su LoveLine di MTV non hanno idea di cosa sia la circoncisione). Questo post con scopo sociale e quello sullo sblocco di iPhone hanno guidato le classifiche di Ipernova facendo sfiorare picchi di 300 pagine al giorno.

Altra colonna portante di Ipernova è la lotta contro il doppiaggio, ancora troppo diffuso in questa nazione anche fra persone di spiccata cultura. Le argomentazioni sono state guarnite di filmati esemplari e molti internauti hanno partecipato fornendo esempi di film rovinati dal doppiaggio.

Nel frattempo è sorta anche Radio Ipernova, con l’obiettivo di diffondere ottima musica che qui in Italia non viene diffusa da nessuno. Purtroppo, la radio non ha un genere focalizzato, e quindi finisce per accontentare soltanto me :-).

Con però 2 post di cui l’Italia aveva PROPRIO BISOGNO, Ipernova è decollata e ha assaggiato il gusto della gloria per qualche mese. Record di 3585 visite in un giorno. Primo posto su Google per qualunque ricerca che riguardasse il bollino sloveno.

Sia ben chiaro, non esiste alcun fine culturale di tale azione. Ma se dovessi contare le centinaia e centinaia di persone che sono entrate e hanno risparmiato 35€, credo che la Slovenia mi metterebbe in prigione. Ho l’impressione che Ipernova abbia lasciato un’impronta non trascurabile sul PIL sloveno e sul suo deficit pubblico. Questo senza contare che praticamente tutti, o hanno speso i soldi in una cena di pesce, oppure sono stati in vacanza un giorno di più. Ho reso felice della gente e questo mi basta per sopportare quei maledetti che dopo aver spiegato tutto alla perfezione, lasciano un commento del tipo “Ciao, io sono Mario e parto da Vicenza, come arrivo a Premantura? Cos’è la vignetta? Sono scemo?

I numeri di Ipernova sono comunque i seguenti:

  • Record di 3.585 visite in un giorno
  • 107.219 pagine cliccate
  • Circa 57.000 visitatori
  • 133 post
  • 838 commenti
  • Raggiunta vetta in classifica dei blog più in crescita per (almeno) 2 volte
  • Raggiunto terzo posto fra i post più quotati
  • Pagerank: 4
  • Alexa Rank: 430.000
  • Tante, ma proprio tante, persone felici

Per concludere, ecco alcune foto dei traguardi raggiunti: (altro…)

Il Brasile è un paese riformista e l’Italia gli fa una pippa 30 agosto, 2008

Posted by ipernova in Democrazia.
Tags: , , ,
comments closed

Mi viene chiesto da 25 anni, almeno una volta al mese: “Ma preferisci l’Italia o il Brasile”. Ed in tutte queste occasioni (circa 300) ho sempre immancabilmente ed immediatamente risposto “Italia”.

La domanda non è stupida visto che sono uno strano meticcio senza paese. Nato e cresciuto in uno, con cultura e tradizione dell’altro.

Da poco sono ritornato per lavoro in Brasile e subito mi sono letto la prima pagina del giornale “O Estado de Sao Paulo“, il secondo per tiratura in Brasile, eccovi le notizie più importanti:

  • L’STF (Tribunale Superiore Federale, una specie di Consiglio Superiore della Magistratura) ha reinterpretato la costituzione e ha bandito il nepotismo dal paese. Nessuna carica dello stato o di qualsiasi organizzazione pubblica potrà assumere o lasciare che vengano assunti dei propri parenti da qualche organo pubblico. Non c’è stato bisogno di varare una nuova legge, l’STF ha solo letto fra le righe della costituzione e ha ritenuto che “un’amministrazione pubblica corretta e giusta” debba necessariamente evitare il nepotismo (anche se non vi è alcun riferimento).
  • E’ stata varata una nuova legge che riduce al minimo il processo per l’adozione di un bambino
  • La “legge secca” ha fatto risparmiare allo stato nei primi 2 mesi in vigore €20 milioni. La “legge secca” è quello che riduce a zero il tasso di alcool nel sangue ammissibile alla guida. Oltre ad un riasparmio enorme di soldi, gli incidenti mortali sono diminuiti del 15% in due mesi.

      Tutto questo nel giornale del primo giorno. Ultimamente ogni giorno si sente di una nuova notizia da parte del STF che sta ribaltando gli equilibri del paese. In meglio, ovviamente. Non c’è bisogno di fare delle leggi nuove, basta interpretare la costituzione, è quella la base per ogni giudizio. E comunque, qui in Brasile nessuno si degna di dire che i giudici sono di parte.

      Se il Brasile, che in fatto di corruzione è maestro come l’Italia, riesce a reinventarsi così, che cosa aspettiamo noi italiani?

      P.S.: Il Paz è in Brasile al freddo. Tenderà quindi a scrivere di meno.

      P.P.S.: La mia risposta è sempre “Italia” ma non è più tanto immediata

      Paz

      La volta in cui Peter Griffin parlò in italiano 6 agosto, 2008

      Posted by ipernova in Doppiaggio NO!.
      Tags: ,
      comments closed

      Per il ciclo “no al doppiaggio”, ma anche per il ciclo “I Griffin mi fanno scompisciare dalle risate”, vi pubblico qui sotto un clip di una puntata in cui Peter Griffin si fa crescere i baffi e per questo crede di riuscire a parlare italiano.

      Ovviamente riuscirete a ridere solo guardando questo clip in originale, quando guarderete la versione doppiata in TV, la battuta sarà sparita. Cogliete questa occasione per ascoltare le voci in originale.

      Babada-bupi?

      Paz

      Per i fan dei Griffin, adesso c’è “The Cleveland Show” 4 agosto, 2008

      Posted by ipernova in Del + e del -.
      Tags: , , ,
      comments closed

      Per tutti i Fan de “I Griffin” questa è una notiziona. Se adorate Peter, Lois, Chris, Stewie, Megan, Brian, ed il grande Quagmire, adesso imparerete ad ammirare anche Cleveland (quello nero insomma).

      Dopo il meraviglioso American Dad, grande cartone animato fatto dallo stesso staff dei Griffin (purtroppo non lo fanno vedere su Italia1, ma vi garantisco che è fenomenale), ora tocca al “The Cleveland Show“.

      A dire il vero, avrei preferito uno show di Quagmire, ma forse il figlio sniffato di Cleveland potrà darci grandi gioie. Di sicuro però prenderanno clamorosamente in giro gli stereotipi della famiglia afroamericana.

      Non vedo l’ora di vederlo! Eccovi il teaser (che in italiano vuol dire “stuzzicatore”).

      P.S.: Per quelli che sanno bene l’inglese consiglio di guardare questo filmato. E comunque il nome originale della serie “I Griffin” è “Family Guy”.

      Paz

      Evitare il bollino sloveno andando in Croazia (Rijeka/Fiume o più in giù) 26 luglio, 2008

      Posted by ipernova in Del + e del -.
      Tags: , ,
      comments closed

      State per essere reindirizzati. Se ciò non avvenisse, cliccate qui per leggere la versione aggiornata della guida

      Per chi vuole andare in Croazia senza pagare il bollino autostradale sloveno (da alcuni chiamato vignetta) ho scritto due guide.

      Per tutti quelli che devono andare in Istria, vi consiglio questa guida.

      Per quelli invece che devono andare a Rijeka/Fiume o più in giù (Krk, Zara ecc.) vi consiglio un’altra strada che è addirittura più semplice di quella per l’Istria.

      Come potete vedere da questa mappa (che indica tutte le strade soggette a bollino in Slovenia), il tratto sloveno della E61 che ci interessa non è soggetto a bollino. Questo vuol dire che da Trieste potete seguire la SS14 passando per Basovizza e girando a destra per Pese. Come potete vedere in questa mappa (oppure guardandola in questo indirizzo):

      Seguite poi la SS14/E61 in direzione del valico di Pese. Una volta superata l’ex-dogana, continuate sulla E61 seguendo sempre le indicazioni per Rijeka/Fiume. Come potete vedere in questa mappa (o in questo indirizzo):

      Se volete, una volta attraversato il confine con la Croazia, potete prendere la A7 per Rijeka così andrete più veloci. Da lì decidete il vostro percorso con GoogleMaps o ViaMichelin, potendo eventualmente andare anche più in giù verso Zara, etc. (ma dai?! 🙂 )

      Per qualche altro dubbio, commentate qui sotto o leggete i commenti di questo altro post.

      Spero di avervi reso affezionati lettori di Ipernova, sarete sempre ospiti graditi 😀

      Buon Viaggio!

      Paz

      P.S.: Non usate ViaMichelin per il viaggio dentro la Slovenia. Usatelo solo per il tragitto Prima e Dopo quello sloveno. Non so perché, ma ViaMichelin sta dando i numeri. 🙂