jump to navigation

Imodium, Vagisil and co. 18 settembre, 2007

Posted by ipernova in Del + e del -.
trackback

Perché?

Perché quando mangio?

Non le vedo mica durante il resto del giorno.

Le pubblicità dei prodotti tabù le fanno sempre durante il pranzo o durante la cena. Passino le pubblicità dei detergenti intimi femminili con tutte le metafore delle margheritine ecc, ma il Vagisil per il prurito vaginale mi toglie un po’ l’appetito.

Ma la perla è la pubblicità dell’Imodium, con quello splendido motto:Sconfiggi la diarrea prima che la diarrea sconfigga te!“.
Che cosa? la diarrea? scusa, mi era sfuggita la parola “diarrea”. sconfiggere la diarrea?
ah! la diarrea, mia acerrima nemica!

Meno male che c’è la pubblicità che mi informa sull’esistenza dell’imodium, altrimenti se la diarrea mi inchiodasse in bagno io non andrei mica alla Farmacia comunale a farmi dare un medicinale!!!
Capisco la pubblicità di un prodotto di consumo, perché ti deve invogliare a comperarlo. Ma la pubblicità di un medicinale per la diarrea a cosa serve? A farmi venire la diarrea?

Che ne dite? Avete qualche medicinale che odiate particolarmente?

Paz

P.S.: Lo sapevate che Imodium è il nome di un gruppo rock della Repubblica Ceca? Secondo me fanno proprio ca….. ve la risparmio

Annunci

Commenti

1. ipernova - 18 settembre, 2007

ma come dimenticare la colla per dentiere???

Lesnina

2. culoecamicia - 18 settembre, 2007

Non vorrei fare il “vecchio” però sono un po’ contrario al fatto di guardare la televisione mentre si mangia. Non tanto per evitare di vedere certe cose che effettivamente fanno passare l’appetito (e non sono solo le pubblicità, parlo anche di programmi tipo studio aperto), ma più che altro perché sarebbe meglio cercare di avere un qualche tipo di dialogo con i commensali. Se si mangia da soli è un altro discorso ovviamente.

Credo che (purtroppo) le pubblicità abbiano una grossa influenza sulla gente. Se vai in farmacia perché sei stato “sorpreso dalla diarrea” magari chiedi quel prodotto di cui hai tanto visto la pubblicità da farti entrare il nome in testa.

zar

3. ipernova - 19 settembre, 2007

Sul guardare la TV mentre si mangia ti do ragionissima.

Sul fatto che il paziente chieda direttamente il medicinale, mi da profondamente fastidio che tu abbia ragione. Ho l’impressione che questa attitudine verso l’automedicazione sia tipica in italia. Nella TV di altri paesi non ho visto la presenza di medicinali come qui.
Credo che questo derivi da un mancato accompagnamento personale da parte del medico curante. Qua in Italia i medici sono moooolto freddi, ma questo merita un post a parte…

4. VIKTOR - 20 settembre, 2007

Dal messaggio di ZAR: “Se vai in farmacia perché sei stato “sorpreso dalla diarrea”” … ormai è fatta, avrei un pò di mal di pancia e da qualche altra parte, ma ormai non hai più bisogno di andare in farmacia!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: