jump to navigation

Pandacentrico 2 novembre, 2007

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags: , ,
trackback

Se non avete ancora letto la mia crociata contro i Panda, potete leggervela qui. Il succo è che il Panda se ne frega della prole e quindi deve estinguersi.

Giungo in questo momento per portarvi ancora una prova di questa inattitudine dell’orso Panda nei confronti della vita. Guardate il filmatino di 13 secondi.

è talmente inconsapevole dell’esistenza del cucciolo, che lo lascia a mezzo metro di distanza e se questo starnutisce si piglia uno spavento di quelli che prendi quando sei solo in una stanza e qualcuno parla.

Mi ricorda molto una puntata de I Griffin in cui dopo che Peter e Lois hanno fatto l’amore/sesso lei gli dice “Peter, ti amo” e lui prende uno spavento e dice “Chi ha parlato!”

Paz

Annunci

Commenti

1. Carlo Gallia - 3 novembre, 2007

Chi sei, Paz? Ti conosco? Mi conosci? Se non ci conosciamo, è inquietante il fatto che tu mandi in rete una cosa che io vado predicando dal novembre 1994. Alessandria si stava leccando le ferite dell’alluvione ed io coordinavo il lavoro di una parte dei volontari. Una sera, nella tenda mensa, si parlava dei danni ecologici di un’alluvione come quella e la più scaldata sull’argomento era una ragazza di Torino, una vera komeinista dell’ambiente. Ci siamo scornati tutta la sera e ho mietuto facile gloria con la filippica sul panda; e siccome mi piace apparire peggio di quello che sono, l’ho conclusa dichiarando che, davanti al camino, avrei voluto avere una pelliccia di panda sulla quale trombare Licia Colò in lacrime. Ovviamente non ho più rivisto quella ragazza -credo che stia vivendo da anni su qualche albero per impedirne l’abbattimento- ma la tiritera sul panda me la sono ripetuta per centinaia di cene, aperitivi o semplici chiacchiere, per tutto il mondo, Brasile incluso, dove la mia amica Marcia Omena ne è rimasta folgorata ed ha promesso di diffonderne il Verbo. Ho da poco registrato il sito http://www.ilpandadevemorire.it e, facendo la ricerca su Google, mi appare il tuo panda-pensiero.Ora, se hai elaborato lo stesso pensiero da solo, complimenti; se l’hai sentito da me, mi farebbe piacere sapere chi sei (non chiedo diritti d’autore…); se l’hai sentito da me e non lo dici, sei un poveraccio (di spirito) . Mandami due righe, che ci tengo. Dottordivago

2. ipernova - 4 novembre, 2007

Basta un buon intelletto ed un po’ di malizia, e la conclusione è quella. Ho incontrato poche persone che non concordassero 🙂
Non credo di conoscerti, soprattutto perché io nel ’94 ero in Brasile che attendevo che i miei vicini finissero di prendermi per il culo per i mondiali persi. Comunque come te sono stato illuminato dall’intento di liberare il mondo dal senso di colpa per l’estinzione dei Panda. Anch’io credevo di essere il primo, però poi ho scoperto che un sacco di gente entrava in questo blog cercando su google parole del tipo “il panda merita la morte” o ” il panda deve morire”.
Aggiungo che la storia di Licia Colò non l’ho mai detta perché me l’ha filtrata il super-io, però come fantasia non è male.

Come ultima cosa vorrei dire che secondo me il Panda in natura era destinato ad estinguersi. Era troppo delicato, mentre la natura non lo è. Comunque ciò non toglie che in cattività, o con il marchio Trudy, sia un tenerone.

Paz


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: