jump to navigation

Cave sweet Cave 14 novembre, 2007

Posted by ipernova in Scienza, Uncategorized.
Tags: , , , , , ,
trackback

Sette sorelle Entrata caverna

La NASA, con il satellite orbitante intorno a Marte Odissey (arrivato nel 2001), ha scoperto sulle pendici del (ex)vulcano marziano Ars, 7 caverne chiamate ora da tutti “Le 7 sorelle di Marte“.

A prima vista erano dei buchi rotondi e piccoli e sembravano dei massi (foto sopra a sinistra). Ma studiandoli attentamente hanno scoperto che di giorno erano più freschi, e di notte erano più caldi dell’ambiente esterno. L’escursione termica giorno-notte è molto inferiore, così come avviene con le nostre caverne. (Visto che su Marte le temperature variano da -120C a +20C, la minore escursione è una bella cosa).

Allora la NASA ha aspettato che arrivasse il sole giusto, all’ora giusta, nella direzione giusta per fare una foto ad alta risoluzione delle entrate, ricavando le spettacolari immagini qui sopra a destra. (Cliccate ed ingrandite l’immagine perché è splendida, anche se a falsi colori).

In pratica si ipotizzano migliaia di caverne come queste su Marte, ognuna di queste può costituire un ottimo rifugio per la vita, magari avendo anche acqua liquida. In più la caverna offre protezione dai raggi cosmici che colpiscono Marte, visto il suo debole campo magnetico.

 

Non vorrete mica dirmi che l’ironico destino di homo sapiens sapiens è quello di tornare ad abitare le caverne?

 

Paz

Annunci

Commenti

1. Nicola - 17 novembre, 2007

bella la constatazione finale…
Cmq le foto (quelle ingrandite) mi fanno venire la pelle d’oca, Fantastiche.

2. ipernova - 19 novembre, 2007

Sì o no?!
Delle voragini.

Adesso, io sinceramente nella foto di destra (e più precisamente nella foto di destra e sopra), vedo degli alberi ed un cespuglio.

Il cespuglio lo vedo sull’orlo della caverna più vicino allo spettatore, e gli alberi li vedo in fondo a destra.

è certamente un abbaglio 😉

Paz


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: