jump to navigation

Circoncisione Pro e Contro 23 gennaio, 2008

Posted by ipernova in Le crociate.
Tags: , , , , ,
trackback

PER LEGGERE LA VERSIONE AGGIORNATA DEL POST CON I CONSIGLI DEGLI ALTRI UTENTI

CLICCATE QUI

Ebbenesì. Secondo me vi è la necessità in Italia di trattare un argomento del genere. L’italiano  di solito è poco informato su questa pratica, e tende ad avere dei preconcetti (come vedrete in alcuni commenti qui sotto). Qui in Italia capita addirittura l’assurdo che il circonciso si senta anormale, questo ha serie ripercussioni sulla sfera psicologica, e quindi anche sessuale.

Questo post è stato scritto per ribadire i vantaggi della circoncisione. Circoncidersi non è solo bello, come E’ MEGLIO!

Molti fra gli italiani credono che la circoncisione sia una pratica religiosa. Quello che non sanno è che in USA, Brasile ed altri paesi, questa è una pratica diffusissima, e che i non circoncisi vengono guardati dagli occhi di buona parte del mondo sviluppato, come dei primati. Soprattutto dalle donne.

Ebbenesì. I non-circoncisi vengono presi in giro anche nelle sit-com americane. E viene considerata questa un eredità piuttosto scimmiesca.

Ma andiamo per parti, la circoncisione è l’esclusione della parte di pelle che copre il glande (rendendolo perennemente scoperto, in base al tipo di circoncisione), e può avere luogo in due casi:

  • Per problematiche fisiche (molto comune)
  • Per questioni di praticità, sociali od estetiche

Le problematiche fisiche sono abbastanza comuni, e cioè capita che il pene quando eretto non riesca a scoprire il glande poiché la pelle che lo ricopre è troppo stretta, e cioè la Fimosi (vedi disegno). In tal caso si deve praticare la circoncisione. Anche se spesso per questioni di tabù il problema non viene affrontato e la gente se lo tiene.

Le questioni estetiche e di praticità vengono completamente ignorate dai paesi in cui la sanità è pubblica. E quindi non volendo avere ulteriori costi non necessari (in USA e Brasile la circoncisione avviene dopo pochi giorni dalla nascita) si sceglie di non andare in contro alla meraviglia della circoncisione.

Io queste meraviglie le conosco, e sono stato circonciso a vent’anni, il ché mi permette di avere un buon ricordo del prima e del dopo.

La circoncisione in sé comporta qualche fastidio nel post-operatorio. Per una settimana (soprattutto se si subisce una circoncisione totale e finché i punti non se ne vanno) è severamente sconsigliato avere un alzabandiera. Dopo un mese si può utilizzare il pene per scopi di piacere, ma facendo attenzione. Comunque per il primo anno il glande sarà ancora un po’ sensibile al contatto.

I vantaggi sono splendidi, e li dividerò per sezioni:

  1. Estetici: il pene è molto più bello, non è un caso quindi che gli attori porno siano circoncisi. E poi è sempre completamente asciutto e non genera quasi nessun “profumo” (fatto che in quella zona del corpo è abbastanza pregevole). Per questi due motivi la vostra donna vi ringrazierà!!!
  2. Igienici: la mancanza di un ambiente umido, buio e protetto, evita la proliferazione di batteri e germi, che potrebbero causare problemi sia all’uomo che, eventualmente, alla donna (che vi ringrazierà ancora).
  3. Sessuali: I vantaggi sessuali sono in più fronti. In primo luogo viene tenuto sempre esposto il glande, aumentando lo spessore della sua mucosa (pelle) e quindi rendendola meno sensibile. In secondo luogo non vi è la notevole escursione della pelle del pene durante il rapporto, che stimola molto meno il frenulo, il quale ha la maggior parte delle terminazioni nervose del pene (è il clitoride maschile). Il risultato di tutto ciò è che si dura di più. E la vostra donna vi ringrazierà di nuovo. (E’ da notare che il minor stimolo non implica minor piacere sessuale. Ricordatevi che il sesso Tantrico talvolta non richiede nemmeno il movimento dei partner).
  4. Psicologici: La sommatoria di questi 3 elementi può avere ripercussioni benefiche nella psicologia dell’utente (insomma, sei: più bello, profumato, pulito, duri di più, e la vostra donna vi ringrazia continuamente). (Tuttavia in Italia l’effetto psicologico è opposto a quello che dovrebbe essere. I circoncisi non si sentono normali. Figurarsi se riescono a fare l’amore con la propria donna).

Queste cose io ve le dico per esperienza propria.

Se mi consentite la provocazione: vi consiglio vivamente di circoncidervi (a meno che non abbiate una vagina)

P.S.: leggete qui sotto l’esperienza positiva di molti degli utenti che ci hanno dato il proprio resoconto. Se avete domande da fare, fate pure un commento.

P.P.S.: Se volete vedere delle foto esplicative della circoncisione cliccate qui. Se volete leggere il post sui benefici della circoncisione nella prevenzione dell’AIDS cliccate qui.

Paz

Annunci

Commenti

1. lesnina - 24 gennaio, 2008

Confermo come in Italia non ci sia molta cultura in questo senso, ho scoperto quanto siamo antiquati guardando “Sex and the city”!

2. Dottordivago - 24 gennaio, 2008

Se riesci a convincerne tanti, digli di mandarmi le eccedenze, che vedo se è possibile trapiantarmele: non per un fatto estetico o igienico, solo per una questione di volume…
Dottordivago

3. ipernova - 24 gennaio, 2008

Haha, che schifo! Comunque, se posso dire la mia, ho l’impressione che il pene circonciso sembri più grande.

Errata Corrige: I NON-circoncisi vengono presi per il culo anche nelle sitcom americane.

Paz

4. Marco - 31 gennaio, 2008

Ciao, ho riletto più volte con molto interesse quanto scritto in questo post per capire quali siano le meraviglie che dovrebbero rendere stupenda la mutilazione del proprio pene purtroppo però non sono stato in grado di trovarle.

PERCIO’ VORREI CONSIGLIARE UNA VISIONE PIU’ AMPIA E MENO DI PARTE PRESENTE SU WIKIPEDIA AL SEGUENTE INDIRIZZO:

http://it.wikipedia.org/wiki/Circoncisione

Per chi invece crede che basti quanto letto per procedere alla circoncisione è utile che conosca alcune piccole sfumature di quelle che l’autore chiama ‘meraviglie’, ma andiamo per gradi.
– Prima cosa da ricordare per chi deve o vuole farsi circoncidere è che: ‘NON E’ UN GIOCO!’, se non vi piace non si torna in dietro per cui prima di farla riflettere e informarsi bene.
– Seconda cosa: andate da un bravo urologo che sappia consigliarvi prima di decidere, perchè è vero che il pene è molto più pulito (a patto che uno si faccia almeno una doccia ogni 2-3 giorni) con la circoncisione ma questa cosa la si può avere anche con una regolare e accurata igene.
– Terza cosa: se il prepuzio (il lembo di pelle scorrevole che copre il glande) si trova lì un motivo ci sarà, infatti, se fosse così inutile l’avremmo già perso con l’evoluzione umana.
– Quarta cosa: se volete far felice una ragazza compratele un mazzo di fiori non fatevi circoncidere, infatti NON E’ VERO che se durate di più lei vi ringrazierà, solo una persona che ha poca fiducia in se stesso può credere questo.
Per risolvere il problema della fiducia in se stessi si va da uno psicoterapeuta (spendete di più ma non vi rovinate inutilmente).
– Quinta cosa: la sensibilità che inevitabilmente si perde, può sembrare una cosa banale, ma con poca sensibilità si prova anche poco piacere, ora non sò perchè l’autore del post faccia sesso ma io personalmente lo faccio anche per un appagamento personale altrimenti non lo farei.
– Sesta cosa: la bellezza è una cosa personale, a qualcuno potrebbe non piacergli il proprio membro una volta eseguita l’operazione (anche questo resta un fattore psicologico che va risolto con un terapeuta ma non va sottovalutato).
– Settima cosa: i fattori psicologici di cui ho parlato fino ad ora (ovvero il fatto di non piacersi) sono ben poca cosa se paragonati alla perdita di una parte, seppur non indispensabile (ma non inutile), del proprio pene, infatti l’uomo è molto sensibile quando si parla del pene e con poco voglia se lo farebbe tagliuzzare.
In conclusione quindi a meno che non abbiate problematiche fisiche NON FATEVI CIRCONCIDERE.

Per la cronaca io sono stato circonciso l’anno scorso per una fimosi acquisita e posso dire che in questo caso la circoncisione è un toccasana e va fatta senza ripensamenti, negli altri casi (estetici) è stupido e controproducente.

5. RIZ - 31 gennaio, 2008

DIFENDIAMO IL PISELLO
Nutro profonda ammirazione per il primo uomo, che più di 2000 anni fa, armato di coltello in pietra dalle dubbie qualità di taglio, e privo di nozioni mediche, antibiotici e soprattutto antidolorifici si è tagliuzzato il pisello. Avevi fegato amico! Io svengo al solo pensiero di chiudermelo nella lampo dei pantaloni, figuriamoci se lascio che sia un altro uomo a toccarmelo perché lo tagli!
A meno che non sussistano problemi di natura medica, non vedo il motivo per il quale ci si debba sottoporre ad un intervento chirurgico, e partendo da questo presupposto mi riesce difficile capire chi lo fa e perché lo fa. Magari è lo stesso motivo che spinge a farsi un tatuaggio, un piercing, o una donna rifarsi il seno. Certo che agli evidenti benefici di natura medica per chi soffre di qualche patologia, aggiungere vantaggi quali: esetetica, igene, e piacere sessuale mi sembra un po’ esagerato.
Ancora, e visti i tempi, forse non per molto, non esistono gare di bellezza per peni; poi non ho mai sentito di uomini che stanno a contemplarsi il pisello estasiati dal suo splendore. Semmai estasiati guardano qualcos’altro. Il pene conta per quello che fa, non per ciò che è.
Per quanto riguarda il fattore igenico, questo dipende dal fatto se uno ama lavarsi o meno. Forse è questo uno degli elementi che distinguono l’uomo primitivo da uno che vive in socitetà. Oltre alla disponibilità di un bagno dotato di tutti i comfort, quali acqua e sapone.
Vantaggi sessuali: qui il settore è davero inflazionato, tecnicamente non manca più niente. Tra pillole, oli, bevende, creme, cibi e polveri uno pensava di esser al sicuro, e invece no! C’è anche la circoncisione. Manca solo qualcosa di somministrabile via collirio o aerosol! Poi c’è davvero proprio tutto!
È sbagliato ricorrere al doping. Il sesso è tutta una questione di allenamento e, a meno che non si entri tra i professionisti, non bisogna mai dimenticare e sottovalutare l’aspetto ludico.
Il pisello più che ben vestito con un taglio all’ultima moda, e meglio averlo “sogatolon”. Qui, la donna vi ringrazierà!
Chiudo questo discorso del cazzo con una esortazione: coccolate il vostro pisello, curatelo, giocateci ma non affidatelo mai a mani inesperte e soprattutto non fategli del male. Così state certi che non vi abbandonerà mai!

6. ipernova - 1 febbraio, 2008

Sono ben contento di aver generato delle risposte così accese.
Andiamo per parti, e quindi le risposte ai quesiti elencati da Marco.

Se in Italia i medici sono così ostili alla circoncisione, figurarsi cosa hanno scritto gli UTENTI su Wikipedia.
La circoncisione è un fattore culturale. In certi continenti non viene nemmeno messo in dubbio il fatto di non essere circoncisi. Questo per non parlare di certe religioni che la praticano da secoli.
Ma questo non serve a giustificare l’atto. Ed infatti io ho dato quelli che secondo me sono degli ottimi motivi.
Seguirò rispondendo ad ogni osservazione fatta da Marco e quindi:

Primo: La circoncisione in età matura non è un gioco, ed hai ragione. Appena nati invece sì. Soprattutto se non la si fa a freddo ma si usa un po’ di sana attenzione medica (e non un’unghia affilata)

Secondo: L’urologo, in base allo stato in cui sei, può spronarti alla circoncisione. Il pene è più pulito e su questo non si discute. L’argomentazione “sì va bè, ma se non ti lavi” non funziona. Il discorso è “A parità di lavaggi, il pene è più pulito, molto più pulito”.

Terzo: Il prepuzio non ha motivo di esistere così come i denti del giudizio, le unghie, i peli delle gambe e delle braccia, la barba, e l’appendice. Tutte cose che non abbiamo perso con l’evoluzione umana perché, come sai, l’evoluzione è molto lenta soprattutto nei casi in cui non c’è più selezione naturale (come nell’uomo). Il prepuzio serviva quando si doveva proteggere il pene dalle intemperie, ora non più.

Quarto: Forse nella mia descrizione ero caduto nelle banalità. Ed infatti la tua osservazione è corretta. “Una ragazza non si fa felice durando tanto, ma regalandole dei fiori etc…”. Il sesso è, secondo me (e puoi controllare negli altri post che ho scritto) soprattutto amore e non implica affatto quello canonico penetrativo. Il sesso è una situazione e non un’azione. Detto questo, per pure questioni meccaniche, ciò che ho detto ne è una diretta conseguenza. e ribadisco: “Quando una donna si abitua ad avere a che fare con un pene circonciso, torna a stento indietro”. Discutine con la tua controparte, e poi dacci la sua opinione.
Quarto bis: Consiglio a tutti lo psicologo (meno lo psicoterapeuta), ne abbiamo tutti bisogno, soprattutto quelli che credono di non averne. Questa è un altro fattore culturale che in Italia viene ERRONEAMENTE rifiutato.

Quinto: Il pene è meno sensibile ma il piacere sessuale non cambia di una virgola. Se anche il nostro navigante Marco è circonciso, dovrebbe saperlo. Inoltre, conosco donne che preferiscono posizioni sessuali in cui sentono meno, poiché non vogliono raggiungere l’amplesso subito.

Sesto: la bellezza è effettivamente un fattore personale, ma si pensi al fatto che la natura ha costruito il pene in modo che fosse scoperto quando eretto. Succede anche in tutti gli animali. La differenza è quindi soltanto nel pene non-eretto. Che PERSONALMENTE ritengo “molto brutto” da non-circonciso e “soltanto brutto” da circonciso 😀
Resta il fatto che se una persona vede la circoncisione come una mutilazione, mi sembra ovvio che io non gli consigli di farla. Su questo non credo ci siano dubbi.

Settimo: Mi pare di aver capito che il navigante abbia subito la circoncisione come un trauma ed una mutilazione. Se è così gli consiglierei l’appoggio di uno psicologo. Credere di essere stato mutilato ed essere costretto ad una condizione innaturale per questioni terapeutiche, non deve fare bene alla sfera sessuale.

La circoncisione NON è controproducente. E mi sorprende che sia un circonciso a dirlo.

Quello che avete appena letto è soltanto uno “scontro di culture”. In Italia dovrebbero essercene di più, e quindi ringrazio sia Marco che Riz per aver espresso la loro opinione.

Paz

7. Gianluca - 1 febbraio, 2008

Ciao,
la discussione è appassionante e ben sostenuta quindi partecipo molto volentieri con la mia esperienza.
Anche io sono stato circonciso per fimosi, ovviamente a 20 anni anzichè ai normali 6 come dovrebbe avvenire nei casi di fimosi, ma del resto siamo in Italia e la questione culturale, per non dire religiosa, è fortissima in tutto ciò che riguarda tanto il sesso quanto il solo trattare questioni attinenti le proprie parti intime! Del resto cosa voglia dire la parola fimosi me l’ha detto internet tramite google e me l’ha onfermata il mio medico di famiglia solo dopo che gli ho esposto il problema a parole mie.. “Dottore credo di avere un problema perchè la pelle del glande non scende”! Fosse stato per i miei genitori o chi mi ha avuto in cura da piccolo starei in voto di castità.. Quindi, dato che i presupposti culturli sono questi ben vengano queste discussioni su internet in modo tale che chi era ignaro del problema che aveva come lo ero io possa capirne qualcosa di più per poi rivolgersi al proprio medico usando, quantomeno, la corretta terminologia! Ad ogni modo direi che l’elemento psicologico personale è fondamentale in quella che rimane comunque una vicenda soggettiva, la perdita del prepuzio.
Per me è stata una liberazione da cui ho tratto solo cose positive, e ne sono felicissimo sotto ogni punto di vista; questo non toglie che da altri puo’ essere vissuta negativamente, ma una cosa è la vicenda psicologica, altra cosa sono questioni oggettive che conseguono alla scelta. Dopo la circoncisione la durata del rapporto sessuale è realmente maggiore, e le sensazioni sono molto intense, ovviamente non voglio dire che chi non è circonciso non ha rapporti sessuali di livello perchè prima di operarmi avevo una fimosi così stretta che mi ha fatto veramente patire i primi rapporti sessuali, e infatti proprio questo mi ha spinto ad operarmi. Poi ci sono fattori positivi anche in ambito di prevenzione del tumore del pene e di infezioni batteriche. Insomma i motivi per farlo ci sono, ma ovviamente se uno sta bene così come sta non c’è motivo di cambiare. Probabilmente se non avessi dovuto farmi circoncidere non lo avrei fatto e starei bene lo stesso. Come ho detto all’inizio io mi rivolgo soprattutto verso chi questa operazione deve farla perchè ha una fimosi, e gli assicuro che, dopo, si sta benissimo e sessualmente parlando si ha grande sicurezza, e questo ha certamente dei risvolti positivi nel relazionarsi con l’altro sesso.
Aspetti negativi? La mia operazione è stata dolorosa. Per un mese ho sofferto come pochi perchè i punti di sutura mal si conciliano con le erezioni notturne e con le minigonne della mia ragazza di allora..
Dopo un mese di resistenza starete da Dio, specie se avevate una fimosi grave, vi sentirete davvero liberati.

8. Marco - 1 febbraio, 2008

Beh … bella l’opinione di Riz … ovviamente non è circonciso però la sua affermazione è vera: se lo trattate bene non vi abbandonerà mai! … in realtà la cosa più corretta è che bisogna avere molta cura del proprio corpo sia che si tratti del pene (come in questo caso) che di tutto il resto.
Va comunque precisato che i chirurghi non sono mani inesperte … sanno quello che fanno e lo fanno bene!

Ora veniamo a Paz

Intanto complimenti per la laurea anche se non ci conosciamo 🙂 …

poi …

Sì io vedo la mia circoncisione come una mutilazione … resta comunque il fatto che chi si trova a dover decidere in fretta corre il rischio di vederla allo stesso modo ed era per questo che ho scritto il settimo punto … purtroppo non sono stato chiaro ed è venuta fuori una schifezza.

Veniamo al resto … Paz tu sei troppo convinto di possedere la verità assoluta sulla circoncisione, purtroppo io cercavo di mostrarti che non è così, forse il fatto che non trovo stupendo il fatto di essere circonciso ha un po rovinato la mia risposta … e dire che ho cercato di essere obbiettivo … vabbè mi dispiace sono una persona posso sbagliare.

Resta comunque il fatto che prima di circoncidermi provavo 1.000 volte più piacere in un rapporto sessuale rispetto ad adesso e ti garantisco che facendo sesso cerco anche di ascoltarmi e di capire se è un mio blocco mentale o la realtà … purtroppo è sempre la seconda 🙂 (prima che tu ribatta dicendo che mentre faccio sesso non devo pensare ti garantisco che il processo descritto ha una durata di frazioni di secondo dopo l’inserimento e non influisce sull’intero amplesso).

Per il resto direi che non siamo molto diversi se non per il fatto che tu consigli la circoncisione perchè ti fa schifo il tuo pene (cito: ‘ PERSONALMENTE ritengo “molto brutto” da non-circonciso e “soltanto brutto” da circonciso’) e io la sconsiglio perchè mi fa schifo il mio circonciso.
Guardando meglio quello che scrivi sembra che il tuo pene ti facesse schifo prima di operarti ora lo trovi magnifico (se in erezione) e brutto (se è a riposo) ma questo caro mio è un problema psicologico che non tutti i maschi hanno (a qualcuno può piacere com’è) e comunque la cura a questo problema non è la circoncisione ma come ben hai sottolineato è lo psicologo (la differenza tra psicologo e psicoterapeuta non mi era nota io distinguevo tra psicologo e psichiatra per cui ho sbagliato io quando ho scritto psicoterapeuta).
Volendo fare il saccente in campi che non mi competono però direi che proprio la tua cultura (non la tua origine, ma ciò che hai imparato) a base di sitcom americane ti ha reso come sei, ovvero una persona che non pensa con la testa e segue la TV, comunque non ti preoccupare in Italia molti sono come te 🙂

In conclusione io ho scritto la prima risposta per dare la possibilità a chi legge di prendere una decisione più equilibrata e per questo ho dovuto sbilanciarmi con dei termini che colpiscono molto, infatti io non trovo bello il mio pene ora che è circonciso, ma ci convivo perchè tra un po di piacere e tanto dolore ho avuto la possibilità di scegliere … grazie alla circoncisione (questo però non è uno scontro di culture, ma solo una diversa opinione sullo stesso problema).

Resta comunque il fatto che se godi a soffrire inutilmente puoi farti togliere le unghie, i denti del giudizio e tutto quello che non serve e che il tuo corpo ha, ma non devi consigliarlo agli altri come una cosa miracolosa … altrimenti sei ai livelli di un truffatore 🙂

Ciao e riguardati Luttazzi 🙂

9. Marco - 1 febbraio, 2008

Ho letto solo ora l’opinione di Gianluca e devo dire che è un grande perchè è stato chiaro … io ho perso tempo a ribattere a Paz e ho perso di vista quella che era la cosa più importante …

LA CIRCONCISIONE VA FATTA SE DURANTE UN RAPPORTO AVETE DEI DOLORI CHE VI IMPEDISCONO DI PROVARE PIACERE (ovviamente se il medico UROLOGO ve lo consiglia) è un po dolorosa ma poi andrà molto meglio.

PER TUTTI GLI ALTRI RESTA IL CONSIGLIO DI PENSARCI MOLTO BENE PRIMA DI FARLA PERCHE’ IL DOLORE C’E’ … MENTRE IL MAGGIOR PIACERE NON E’ DETTO CHE CI SIA. 🙂

10. ipernova - 2 febbraio, 2008

@ Gianluca: Ho apprezzato moltissimo la tua opinione.

@ Marco: Caro Marco, grazie per i complimenti per la mia recente laurea. Innanzitutto vorrei solo dire che il pene moscio è brutto. E non credo di essere l’unico a pensarlo. Sono le stesse donne a dirlo. La cosa non mi turba e non mi preoccupa, è così e basta.
Il fatto di essere convinto di sapere la verità, è effettivamente un mio problema. è per questo che ho un blog, così le persone che hanno opinioni diverse possono scriverle (come hai fatto tu).

La questione di base, secondo me, è una ed una sola. Secondo molti (scriverei “tutti”, ma ci sei tu che mi dici il contrario) la circoncisione presenta solo vantaggi (eccezion fatta del doloroso post-operatorio se la si fa da grandi). Se nel tuo caso non hai avuto nessuno dei vantaggi che ho elencato, mi sembra logico che mi contraddica. Il fatto è che non ho mai visto un uomo pentitosi di farsi circoncidere.

e comunque, facendo questi discorsi in giro, ho avuto più di un amico che ha scoperto di dover farsi circoncidere perché aveva la Fimosi.

Resta il fatto che non si deve vedere la circoncisione come una mutilazione. è una cosa splendida che (secondo moltissimi) ha solo vantaggi.
E ribadisco, le donne preferiscono. Un sacco di mie amiche (italiane) me lo hanno detto.

In conclusione. Se si è adulti. Il dolore post-operatorio pesa a sfavore della circoncisione. e io capisco perfettamente che sia così.
Ma potendo farla da bambini o neonati (come succede in USA ed in Brasile) io la consiglio vivamente. Ed il vantaggio non è solo di maggior piacere.

Grazie a tutti per i commenti.

Paz

11. cris - 5 febbraio, 2008

Buongiorno a tutti,
io proprio ieri sono andato a fare gli esami per poi il 20 Febbraio andare a fare una circoncisioni a causa di una pseudo efimosi.
I dolori post-operazione sono dovuti al fatto dei punti e del delicato intervento?
Mi spaventa molto l’idea di avere il pene nelle mutande non coperto dalla pelle…..il fatto di averlo scoperto mi dà fastidio.
è una cosa a cui si ci abitua con il tempo?

qualsiasi aiuto o informazione sarà molto apprezzate

grazie mille

12. ipernova - 7 febbraio, 2008

SEGUONO CONSIGLI CHE MOLTI DI VOI NON VORRANNO LEGGERE!

A non avere la pelle ci si abitua presto. è una sensazione bislacca, ma non è affatto una preoccupazione. è ovvio che giocare a calcio è fuori discussione per il primo periodo. Se vuoi, inizia già da adesso ad ispessire la mucosa del glande asciugandola con il Fon dopo la doccia.
Accertati solo che nell’intervento non ti taglino i peli pubici troppo corti (meno di 1 cm) altrimenti sono come degli spilli.

L’unico fastidio della circoncisione sono i punti. A me hanno fatto quelli che si disfano da soli in una settimana. Ad altri li hanno fatti non disfabili” e poi sono stati tolti dal dottore.

A fare male è la prima settimana dopo l’intervento.
Ti daranno degli antidolorifici, ma la cosa fondamentale è “NON TI SI DEVE DRIZZARE”.

Quindi prima dell’intervento, assicurati di aver assecondato ogni brandello di ormone che ti circola nel sangue.
nella settimana dopo dell’intervento assicurati di non bere troppi liquidi la sera e di andare in bagno prima di dormire. La voglia di fare pipì la mattina è quella che fa drizzare il pene.
Se hai una ragazza, tienila lontana per una settimana.
Anche la pennichella pomeridiana talvolta può portare al drizzamento.
Il concetto è il seguente. Più sei stanco e meno avrai voglia di fare sesso. Quindi cerca di dormire meno del solito.

Questi consigli dovrebbero tenere a bada la tua libido per la settimana più critica.

Se ti fa male fare la pipì nei giorni successivi all’intervento, prova a farla in doccia. Per quanto schifoso possa sembrare ad alcuni, il caldo aiuta molto in queste situazioni.

Sappi che io 2 settimane dopo l’intervento (con i punti ancora non interamente disfatti) sono andato in una vacanza super avventurosa piena di tuffi in mare etc.

Comunque dopo che hai tolto i punti, non ti farà più male quando si drizza, però comunque non puoi “usarlo” per almeno 1 mese dopo l’intervento (fare da se compreso).

Credimi, il resto è in discesissima. I vantaggi sono davvero ottimi per i più.

Paz

13. satrapo - 7 febbraio, 2008

Non sapevo che i non-circoncisi fossero presi in giro al di fuori del nostro paese. Buono a sapersi…

14. cris - 8 febbraio, 2008

Che dire Paz….non sò se ringraziarti….oppure maledire il giorno che ho chiesto informazioni su questo sito…hehehe….:)
a parte le battute….ti ringrazio molto delle utilissime informazioni che mi hai dato….
Per la pennichella…sono anni che per via del lavoro me la sogno..dunque..tutto ok!..per il dormire….non penso sarà un problema….mi riesco ad organizzare…per la morosa le dirò di andarsene per una settimana…meglio due và…e per i problemi mattutini…prenderò un martello che metterò sul comodino per far si che al primo “alza bandiera” io sappia cosa fare!!!!!!!!!:))
che dio me la mandi buona e sicuramente anche io potrò godermi le vacanze….per Agosto spero che tutti sia tornato a posto!!!:)
grazzie mille e complimenti per questo forum…ben fatto e con persone intelligenti!!!
grazie ancora Paz e quandò avrò fatto il tutto terrò aggiornato anche altri utenti.sui pro e i contro dell’operazione.
ciao ciao
Cristian

15. ipernova - 9 febbraio, 2008

Ottimo, così avremo un resoconto LIVE su questo “forum”.

Paz

16. cristian - 21 febbraio, 2008

buongiorno ragazzi….sono Cristian quello che scrisse l’11 Febbraio dicendo che il 20 avrei fatto loperazione…ebbene…ieri l’ho fatta!
L’intervento è stato veloce…l’unico problema è che l’anestesia nel mio caso ha fatto poco effetto e ho sentito un pò di male quando mi hanno messo i punti….per il resto….ad oggi 21 ore 7.36….nessuna erezione per fortuna….e dolore quasi nulla…per precauzione prima di coricarmi ho preso un moment act……direi che ad oggi….tutto và bene…..speriamo!!!!
a presto
cristian

17. ipernova - 22 febbraio, 2008

Perfetto. Anche nel mio caso ho preso degli antidolorifici semplici.
Ricordati dei consigli che ho scritto, almeno finché non toglierai i punti.

E poi, ce lo devi, dovrai raccontarci se sarai rimasto soddisfatto (ma questo solo dopo qualche mese) 🙂

Paz

18. Michael - 25 febbraio, 2008

Ciao a tutti, navigando sono arrivato a questo sito, e in effetti anche io sarei interessato alla circoncisione. Il fatto che mi perplime è che si dice che può capitare che una volta fatta, non ci piaccia più il nostro pene, ok ci sta anche la cosa, ma perché nei forum e nelle discussioni vedo scrivere sempre e solo persone orgogliose di averlo fatto, e mai trovata neanche una che scriva il contrario? Se avete qualche link di qualcuno che dica il contrario sarei curioso di leggere il loro racconto. Grazie mille

Michael

19. ipernova - 25 febbraio, 2008

Caro Michael, qui sopra fra i vari commenti potrai leggere quelli di “Marco”.
C’è stato un dialogo molto acceso sull’argomento, spero possa aiutarti.

Io non ho mai conosciuto una persona pentita della propria circoncisione (forse è per quello che in giro non ci sono molti articoli sull’argomento). Non so dirti se è stata una coincidenza, tuttavia il discorso sul farsi circoncidere o meno è il seguente:

1) Se DEVI farlo (e quindi hai la fimosi): Lo fai e basta. E casomai dopo ti convinci che è bello (ci penserà la tua ragazza a convincerti 🙂 )

2) Se lo fai per sfizio o per questioni estetiche, allora sei già convinto che ti piacerà.

Comunque se affronti l’argomento come una mutilazione, la circoncisione non è la tua strada.

Ribadisco che, secondo me, ha soltanto dei vantaggi, e che gli svantaggi sono casomai da attribuire alla sfera psicologica.
Prova a vedere su questo sito http://www.circoncisi.it/ (oppure anche questo http://circoncisione.blogspot.com/ ). L’opinione in giro è sempre la stessa, ma possono dare qualche informazione in più.

Paz

P.S.: Se decidi di circonciderti, ricordati di leggere i consigli che ho dato in uno dei commenti qui sopra per il post-operatorio.

20. UmileGiudeo - 3 marzo, 2008

Circoncisione…”IN” oppure “OUT”?
Io sono stato circonciso 3 anni fa per fimosi serrata e per me si è trattato di una vera e propria liberazione: pochissimi rapporti dolorosi mi sono bastati per mettermi con le spalle al muro e farmi decidere per la circoncisione.
Pur avendo scritto già della mia esperienza nel forum http://www.circoncisi.it/forum/
ho voluto lasciare traccia scritta anche qui perché SOLO QUI – fin’ora – ho trovato persone intente a parlare del lato psichico dell’intervento che – SECONDO ME – è la parte più importante dell’intervento stesso, in sé tecnicamente semplice da effettuare.

Premesso che secondo me è impossibile dare un giudizio OGGETTIVO e valido al 100% sull’aspetto psichico dell’intervento, penso che la circoncisione può essere vista come un vantaggio o uno svantaggio, dipende dalla persona.
C’è chi (come me) avendo avuto problemi seri causati dalla fimosi, vede la circoncisione come una liberazione, una vera e propria rinascita a vita nuova: ad esempio io festeggio la ricorrenza dell’intervento alla stregua del compleanno.
C’e’ chi, invece, vede la circoncisione come una mutilazione, se ne vergogna, come un segno indelebile della sua malformazione fisica (passata) o della sua fede religiosa, come un’imposizione su cui non ha potuto avere voce in capitolo (nel caso uno sia stato circonciso da bambino) e la vive male rimpiangendo di non aver potuto scegliere ed arrivando ad invidiare i non-circoncisi.

Pur soddisfatto di essere stato circonciso, io penso che – come in tutte le cose – un intervento come la circoncisione non si possa applicare a tappeto e con leggerezza.

SECONDO ME!

Vs. UmileGiudeo

21. ipernova - 3 marzo, 2008

Ringrazio per la testimonianza ed il complimento. Vorrei far notare che l’analisi del lato psicologico è sorta soprattutto per merito degli utenti che hanno commentato.

Comunque vorrei far notare anche che quello che secondo “UmileGiudeo” è l’aspetto più importante, quello psicologico, è fondamentalmente culturale.
Vale a dire, tecnicamente non esistono (fatta eccezione di alcuni casi) problematiche legate alla circoncisione, anzi, ci sono moltissimi benefici.
Il problema nasce quando, per qualche motivo, una persona crede di essere anormale/fuorinorma/diversa.
Questo è un fatto puramente psicologico, analogo alla sensazione che sente l’omossessuale quando crede di essere dalla parte sbagliata, o disadattato, e ne soffre.
Potete star sicuri che in paesi dove la circoncisione si pratica ai bambini, succede l’OPPOSTO! è il non circonciso a sentirsi disadattato!!!

Ma comunque, siccome è un’operazione in cui difficilmente si riesce a tornare indietro (non è come le tette siliconate) è giustissimo considerare questi fattori.

Paz

22. cris - 12 marzo, 2008

Buongiorno a tutti…..
sono sempre Cristian……oggi12 marzo……ed esattamente a 21 giorni dall’intervento……i punti sono caduti tutti…..direi che per ora salvo complicazioni…la mia circoncisione ha portato i suoi frutti senza grosse difficoltà o dolori vari…..l’unica cosa è che non vedo l’ora di riuscire ad “usarlo”…..inizio ad avere “alzabandiere” continue….hehe!!!!
e a quel punto…vi dirro se non avrò dolori e se la circoncisione per fimosi è stata la scelta (praticamente obbligata) migliore.
A presto
saluti
p.s.se può servire io per protezione ho trovato molto utile il parapalle che usavo per giocare in porta a calcetto!!!:)

23. ipernova - 12 marzo, 2008

Ottimo il resoconto.
Se vuoi accelerare il processo di ispessimento, asciugalo col Fon almeno una volta al giorno (ovviamente senza ustionarti).

Per quanto riguarda l’utilizzo, vacci piano (per quanto possibile 😀 ). E sono quasi sicuro che al primo utilizzo crederai che ci sia troppa poca pelle.

Comunque siamo curiosi di avere la tua opinione sul “dopo”. Facci sapere.

Paz

24. cris - 13 marzo, 2008

Buongiorno Paz….
cosa intendi per “troppa posa pelle”?
vi aggiornerò sicuramente…..
saluti
Cri

25. ipernova - 13 marzo, 2008

Nel senso che sembra che ci sia troppa poca escursione nel movimento avanti e indietro 🙂
In base a quanto la circoncisione è stata radicale, una persona può incappare in questa sensazione. Nel mio caso è stato così, ma ci si abitua subito.

Paz

26. cris - 14 marzo, 2008

mmmm….vedremo come andrà……vi aggiorenrò sicuramente e speriamo che si metta a posto presto!
proverò anche l’azione del phon…..hehe,….anche se mi fà ridere farlgli la “messa in piega”:)
a presto
saluti
Cristian

27. cris - 21 marzo, 2008

BUONGIORNO A TUTTI,
21 MARZO…..UN MESE ESATTO DALL’INTERVENTO…..NOTE POSITIVE: CON L’ALZABANDIERA NON SENTO PRATICAMENTE PIU’ MALE…..NOTE NEGATIVA:A DISTANZA DI UN MESE….SENTO ANCORA DOLORE ALLA BASE….DOVE MI HANNO FATTO LE 8 E DICO 8 PUNTURE DI ANESTESIA……RISULTATO 1-1
NON MI SENTO COMUNQUE ANCORA PRONTO PER PROVARLO…LO SENTO COME SE AVESSE FATTO 8 ORE DI SESSO CONTINUO….(MAGARI)
AL PROSSIMO AGGIORNAMENTO.
SALUTI E BUONA PASQUA A TUTTI

28. hunter - 24 marzo, 2008

buongiorno a tutti!
ho subito un intervento di circoncisione parziale 3 giorni fa.. sono abbastanza documentato sull’argomento, ma nonostante ciò ho una domanda da porvi: chiedo anticipatamente scusa per la banalità della richiesta 🙂 cmq, voglio dire che ho difficoltà nella medicazione, ossia, nel scoprire totalmente il glande perchè i punti mi tirano tantissimo. è strettamente necessario arrivare fino in fondo per ottenere un’adeguata medicazione ?? consistente nelle somministrazione di una soluzione di amuchina nei punti. grazie ciaoo!

29. ipernova - 24 marzo, 2008

Non essendo un medico ti dico quello che mi è successo.

Qua in Italia si tende spesso a fare la circoncisione parziale, in Brasile e Usa si va subito verso quella totale, e quindi siamo due casi un po’ diversi.

Quando l’ho fatto io, il mio medico mi ha detto che era importante igienizzare bene tutta l’area nei giorni seguenti.

Chiedo quindi ai visitatori che sono stati circoncisi parzialmente com’è andata con loro.

Paz

P.S.: Non riesci a scoprirti il glande perché i punti sono troppo stretti, o perché tirando tiri anche i punti? Hai provato a vedere i siti che ho messo sul commento numero 19?

30. hunter - 24 marzo, 2008

ho dato un’occhiata ai siti ma nn ho trovato nulla che mi potesse essere utile..
sinceramente penso di sentire dolore in quando effettuando l’oparazione di igenizzazione mi tirano un sacco i punti e per questo mi fanno male. cmq giovedì ho la visita di controllo e avrò sicuramente chiarimenti.
grazie cmq per aver risposto! ciao

31. hunter - 24 marzo, 2008

non voglio abusare della vostra disponibilità.. ma ho un’altra curiosità di fievole importanza, cmq, pongo il quesito: viene detto di tenere il nostro amichetto in posizione verso l’alto per evitare gonfiori ecc, ecc, per caso qualcuno sa dirmi per quanti giorni deve stare in quella posizione? piu o meno.. grazie ancora anticipatamente

32. ipernova - 24 marzo, 2008

Finché si cicatrizza ed è tutto a posto.
Quando ti circoncidono devono anche tagliare e chiudere dei vasi sanguigni. (quelli che si vedono anche dall’esterno). Quindi assicurati che sia tutto a posto prima di rimettere i boxer 🙂

E comunque fai tutte le domande che devi fare alla visita di controllo che farai (anche se alcuni medici qua in Italia sono abbastanza stronzi e non danno chiarimenti).

Paz

33. Mi-Juif - 1 aprile, 2008

Sono anch’io un circonciso recente (27 marzo u.s.).E sono, come te alle prese con il progressivo ritorno alla normalità. Effettivamente le medicazioni sono piuttosto delicate: mi è stato detto di ungere con Gentalyn beta crema il glande fino al solco balano-prepuziale, dove oggi si vede chiaramente tutta circonferenza suturata. Non forzo assolutamente il prepuzio; mi limito a corpargere di crema fin dove posso. Non mi è stato prescritto dal chirurgo altra forma di profilassi; soprattutto devo evitare i lavaggi con acqua per non provocare anzitempo lo scioglimento dei punti (che dovrebbe avvenire in 3/4 settimane. Quindi, dopo la pipì, asciugature con garze e Gentalyn beta (tre volte al giorno). Quanto alla posizione dell’organo uro-genitale, al termine dell’intervento operatorio mi è stato suggerito di tenere il pene ancorato verso l’alto per alcuni giorni e d’indossare slip atillati. Così mi sento a mio agio: vado incontro a poche oscillazioni (fastidiose per il glande quasi interamente scoperto) e la circolazione sanguigna non grava troppo sui genitali, aumentandone la pressione. Per saperne di più visita il sito http://www.circoncisi.it/forum, dove troverai molti interventi su questi temi.
Buona guarigione
Mi-Juif

34. carlo - 5 luglio, 2008

Signori miei, penso che abbiamo bisogno di ritornare alla semplice realtà dei fatti e dare alle cose il giusto nome che hanno: per definizione ogni intervento sul proprio corpo che non sia motivato da ragioni di tipo medico si chiama MUTILAZIONE, ed il fatto che la circoncisione maschile non abbia gli stessi terribili negativi effetti di quella femminile non cambia la sostanza del fatto. Sfortunatamente per i maschietti, che rispetto alle femminucce hanno come conseguenza negativa peggiore SOLAMENTE la PERDITA di tutta una serie di sensazioni che per bontà loro i circoncisi dalla nascita ignorano totalmente (e qui usare la parola “sfortunatamente” è davvero eufemistico… come se la circoncisione femminile fosse una fortuna), sfortunatamente per i maschietti, dicevo, questa apparentemente minima e unica conseguenza che viene chiamata “perdita della sensibilità” (cosa volete che sia… perdere il piacere mentre si fa sesso!) ha impedito che contro la circoncisione maschile si prendesse una posizione piu’ decisamente e nettamente contraria che rispetto a quella femminile, che comporta invece una sequela di conseguenze cliniche e di sofferenze inaudite per chi l’ha subita. Ora, io capisco che uno se ha una fimosi che gli rende difficoltosi i rapporti sessuali possa trarre giovamento da una MUTILAZIONE del proprio pene che gli elimina il problema, perché il principio è lo stesso per cui se uno ha un tumore allo stomaco è bene toglierlo, o se ha una necrosi in un dito è bene amputarlo prima che arrivi a tutto il braccio, o se uno ha l’appendice infiammata è bene asportarla… ma da qui a dire che essere circoncisi è MEGLIO, ce ne corre! Sarebbe come dire che è meglio vivere senza una parte di stomaco perché si è costretti ad una dieta piu’ equilibrata… o che è meglio non avere un dito perché un dito non serve a niente, o che è meglio togliersi l’appendice perché non contribuisce alla digestione! Ma scusate tanto, riflettete sui motivi per cui la circoncisione sarebbe meglio: un pene esteticamente piu’ attraente? stupido motivo! sono gli americani che hanno un’idea distorta del pene, non noi! madre natura ci ha fatto col prepuzio! se gli americani si tagliassero i lobi delle orecchie e si trovassero piu’ attraenti voi lo fareste!? Allora, l’igiene? Idea sciocca! basta lavarsi! Dura di piu’ durante l’atto sessuale? Certo sì, perché si prova meno piacere! Ma per quanto mi riguarda non me ne frega niente se ci sto dieci minuti invece di cinque, quando quei dieci minuti non valgono assolutamente i cinque passati godendo appieno di quello che sto facendo! E se la mia partner non è d’accordo, sono affari suoi!! Io voglio i miei cinque minuti di SANO e PIACEVOLE sesso, non dieci minuti di narcisismo e illusione di essere un grande scopatore che fa godere la donna… è una gigantesca stronzata! Ma chi è che consiglia alla fine questa pratica barbara, ereditata dalla preistoria quando le rozze tribu’ medioorientali non facevano altro che farsi guerra e tagliuzzavano i piselli dei loro figli? (vi prego, leggete le interpretazioni freudiane della circoncisione, nei suoi scritti… egli la considera una CASTRAZIONE rituale, socialmente accettabile!) Alla fine ce la consigliano sempre i soliti odiosi e detestabili nemici del piacere ed amanti della repressione sessuale: i religiosi! Cattolici cristiani, protestanti, musulmani, giudei… in questo son tutti d’accordo: nel voler negare a tutti la possibilità di avere un piccolo paradiso in terra, in ogni modo, perché sennò perderebbe d’importanza il loro paradiso in cielo! E infatti chi sono i migliori sostenitori dei falsi miti medici sulla circoncisione, in america? chi sono i paladini della mutilazione immotivata del pene? ma sono loro… i religiosi!

35. carlo - 5 luglio, 2008

E oltretutto è una falsità quella di chi afferma che non ci sono persone scontente della propria circoncisione. Ce ne sono eccome, e se potessero farlo tornerebbero indietro molto volentieri! Basta cercare bene su internet e si trovano tanti siti contrari alla circoncisione maschile che riportano esperienze dirette di persone circoncise che NON ne hanno affatto tratto tutte le meravigliose conseguenze di cui si parla, se non quella spiacevolisima di perdersi il piacere sessuale! Ci sono anche uomini talmente colpiti psicologicamente da questa che è, lo ripeto, una MUTILAZIONE, che cercano attraverso una lunga e spiacevole operazione di stiramento della pelle del pene cercano addirittura di farsi ricrescere quel prepuzio che non riavranno mai, se non altro per compensare la perdita estetica (impossibile ovviamente compensare la perdita in sensibilità). Bella e meravigliosa conseguenza psicologica della circoncisione… I nervetti che avrebbero potuto loro trasmettere dolci e delicate sfumature di piacere sessuale invece chi glieli restituirà?

36. carlo - 5 luglio, 2008

Ci sono solo due possibilità per quanto riguarda le donne che amano il pene circonciso: 1) sono isteriche che inconsciamente vogliono castrare il loro compagno; 2) hanno idee approssimative dell’anatomia maschile e non hanno idea di come trattare piacevolmente il pene dei loro compagni, e pertanto andrebbero istruite a farlo; 3) hanno poca fantasia durante il sesso e pensano solo al loro personale esclusivo piacere, per cui piu’ duri e meglio è per loro. Ma una donna così vale davvero così tanto per fare sesso…? Fate un po’ voi. Io personalmente non sono una stupida macchina per scopare. Hanno inventato i vibratori, per quello.

37. carlo - 5 luglio, 2008

Sulle cosiddette ragioni igieniche della circoncisione maschile: cosa pensereste voi se sentiste questo discorso fatto da una madre o da un padre? “Ho deciso di far tagliare le orecchie a mio figlio perché così non ci sarà piu’ il cerume che si accumula… anche il medico è d’accordo!”.

38. Ipernova - 7 luglio, 2008

@ carlo:
Mi fa piacere che tu abbia scritto così tanti commenti. Le mie risposte le trovi qui sotto.

1- Mi sono circonciso da adulto, secondo me è meglio.

2- Circoncisione ed infibulazione sono cose ben diverse. L’uomo non perde il frenulo (e quindi le terminazioni nervose), ma gli si ispessisce solamente la mucosa del glande (da qui la minore sensibilità al tocco). La donna infibulata perde terminazioni nervose. E non sente dove dovrebbe sentire.

3- A dire se il pene circonciso sia più bello o meno dovrebbe essere una donna, e non tu. Chiedi a una donna che abbia avuto ragazzi “variegati” e ti risponderà.

4- Igiene = basta lavarsi. La risposta l’ho già sentita. Mettiamola in questi termini: a parità di tempo tra una pulizia ed un’altra, i circoncisi restano molto molto più profumati. Mi sono spiegato meglio? 😉

5- Piacere sessuale: NARCISISMO è preferire durare 5 minuti (anziché 10) perché si gode di più, e fregarsene di cosa sente la propria donna! Hai ragione sul fatto che si dura di più perché si sente meno. Ma il sentimento è opposto al narcisismo, si chiama altruismo. E comunque, secondo la mia esperienza, è mooolto meglio uno stimolo ridotto per più tempo. Da qui al Tantra è un passo 😀

6- Freud disse anche che “alle volte un sigaro è soltanto un sigaro”. Lo disse quando lo beccarono a fumare un sigaro e gli chiesero se aveva un simbolo fallico in bocca.

7- A meno di problematiche nell’operazione, le terminazioni nervose non sono bersaglio della circoncisione. Capita che l’escursione della pelle sia inferiore, e quindi anche inferiore lo stimolo che ne derivi. Il problema sta nel sentirsi mutilato. E’ ovvio che poi non ti si drizza e non riesci a godere! E’ per questo che ho scritto il post!

8- In nome delle DONNE che amano il pene circonciso: lascia parlare loro. E se la tua donna preferisce 5 minuti anziché 10, allora mente. La donna è piuttosto introspettiva ed egoista quando fa sesso, chiedi a una qualsiasi psicologa.

9- Il paragone con le orecchie non regge.

10- La mentalità conservativa e religiosa mi sembra di più la tua: “la natura ci ha fatti così”. Circoncidersi è rivoluzionare.

Per concludere: spero vivamente tu non sia circonciso. Hai tutti i preconcetti che rovinano la vita di uno che si è fatto circoncidere. Se conosci un circonciso, digli di visitare questo blog; ne uscirà rinato! 😉

Paz

39. Sky - 22 luglio, 2008

salve a tutti!!! vorrei esporre gentilmente una domanda…cosa cambia dalla circoncisione parziale o totale??? sopratutto nei rapporti quindi nella sensibilità del pene e l’operazione e i problemi del post-operazione cambiano o sono gli stessi??? grazie a tutti in anticipo!!!

40. ipernova - 22 luglio, 2008

@Sky:
Da quello che so, il post operatorio di un’operazione “totale” è più delicato per la prima settimana. Poi è uguale.
Il concetto del “parziale” è lasciare il più possibile. In questo modo si mantiene l’escursione della pelle. Questo fatto dovrebbe mantenere quasi come prima lo stimolo del fernulo (quello con le terminazioni nervose).
Con la “totale” c’è meno escursione. C’è gente che dice che è peggio, io invece mi trovo benissimo 😉
Comunque chiedi durante la visita dal tuo urologo

Paz

41. Sky - 22 luglio, 2008

Ok Grazie Mille…scusa pe la domanda…ma tu lai effettuata per praticità o per problemi fisici?perchè io ho avuto un problema non di fimosi comunque…

42. Lorenzo - 1 agosto, 2008

Bella discussione. Intervengo e dico la mia. Dunque, proprio oggi (anzi 5 minuti fa) un amico-collega mi ha confidato che, a settembre, si sottoporrà ad un intervento di circoncisione, per ovviare ad un problema di fimosi..
Sono così venuto a conoscenza dell’esistenza di questa problematica… di cui – nonostante una discreta cultura generale e, soprattutto, l’aver giocato a calcio per 25 anni (con la conseguente presa visione di decine e decine di peni) – proprio non ero al corrente.
Ebbene, in effetti, ora che lo so, rammento di aver notato degli amici con il membro chiuso “a caramella” da un ricciolo di pelle in più…cosa che io non avevo.. (ma che anche moltissimi altri non avevano)

Mi è quindi venuto in mente che, all’età di 3-4 anni, fui sottoposto ad un intervento ambulatoriale per sistemare qualcosa nelle parti intime…. ecco…ora capisco di essere stato sottoposto ad una circoncisione parziale. (Il mio glande rimane sempre scoperto per 1/3 della sua grandezza).
Il che spiega tante cose !! …una su tutte: quando dopo aver espletato funzioni fisiologiche..io devo continuare a “scuotere” il membro onde evitare di sentire delle goccioline di urina cadermi addosso, mentre tutti gli altri rinfoderano alla svelta…
Ecco perchè!!! L’urina (ma che schifo!) rimane all’interno della caramella.
Ringrazio il medico che mi fece l’operazione. E confemo come più di una ragazza (nonostante le dimensioni nella norma) abbia confessato di gradire l’aspetto del mio pene.
Incredibile scoprire certe cose a 35 anni!

43. pasquale - 29 agosto, 2008

non dite stupidaggini, la circoncisione e solo un danno alla persona ed io che sono stato circonciso ne ho le prove e non è nè bello nè sano a me fa solo ribrezza.Non provi più neanche piacere dato che ho perso la sensibilità.stò cercando di risolerre questa situazione da quando avevo 12 anni ,e adesso che ne ho45 non riesco a sopportare più questa situazione.me lo farò ricostruire.

44. ipernova - 30 agosto, 2008

Caro Pasquale,
Ti rispondo con affetto e senza il minimo intento di criticare.
Il sesso si fa con la mente, e non con il corpo. Se sei convinto che il pene circonciso è un danno, allora puoi stare sicuro che il sesso non ti verrà bene.
Sappi che in popolazioni dove sono TUTTI circoncisi si fa sesso ugualmente e ci si diverte un casino. Ripeto che è una questione mentale.
Prima di andare verso la ricostruzione, prova a visitare buon psicologo.
E’ il non accettare se stessi che non va bene.
Un circonciso in USA si comporterebbe identicamente a come fai tu, ma con il problema inverso.

Paz

45. nome_a_casp - 5 settembre, 2008

Ciao a tutti,
ho 25 anni e 10 giorni fa mi sono sottoposto a circoncisione completa per fimosi.

La prima settimana è stata dura, soprattutto di notte (credo di avere inventato tutta una nuova serie di imprecazioni). Gradualmente la situazione migliora, ormai è quasi completamente cicatrizzato e la notte scorsa le erezioni non sono state dolorose ma solo fastidiose. Mi stava quasi venendo paura di dormire 🙂
Comunque, tranquillizzo pure io chi si avvicina all’operazione, bisogna tenere duro i primi 4-5 giorni, poi si capisce di migliorare.
L’operazione in se è non l’ho nemmeno sentita, mi han fatto un’anestesia “blanda” generale prima di quelle locali… talmente blanda che ho difficoltà a ricordare l’operazione 😀

Personalmente sto vivendo la cosa come una liberazione, ho sempre convissuto male con il mio prepuzio. Non era tanto stretto da mettermi spalle al muro ma il suo fastidio lo dava e soprattutto mi creava un bel blocco mentale, mi faceva sentire inadeguato.
Ora, grazie all’operazione, mi sono caduti parecchi tabù. Mi sembra assurdo che in Italia non ci sia un’adeguata istruzione a riguardo, 10 giorni fa mi vergognavo di parlarne!!!
Certo la colpa è mia, potevo e dovevo svegliarmi prima. Se non ci fosse stato internet però non credo ci sarei riuscito, non avrei capito davvero il problema e mi sarei tenuto stretto la fantastica scusa: “in fondo quando non è in erezione riesco a pulirmi e tutto sommato funziona, circoncisione? Io mica me lo faccio tagliare!”.
🙂 sto scoprendo quanto fossi ridicolo solo pochi giorni fa 🙂

Voglio ringraziare questo sito (e tutti gli altri in rete, a dire la verità qui è la prima volta che ci vengo). Senza l’appoggio di chi c’è passato (leggendone l’esperienza) e le informazioni sull’operazione reperite, sarei restato legato ad una mentalità chiusa ed ignorante che mi avrebbe lasciato un bel problema che viene risolto normalmente da secoli in altre parti del mondo.

Non invidio quei paesi o religioni che obbligano all’operazione ma ritengo assurdo che in Italia non ci sia sufficiente informazione a riguardo. Non ha senso che la nostra cultura mantenga dei tabù che nascondono “come siamo fatti”.

46. ipernova - 10 settembre, 2008

Grazie per il contributo postoperatorio 🙂

Sono contento che internet ti abbia liberato di questo problema. E son contento anche di avere una nuova adesione al club “circonciso e me ne vanto” 😀

Paz

47. kiki - 26 settembre, 2008

salve,volevo solo sapere quale e importanza del prepuzio sul corpo umano?
quale benefici da?

48. ipernova - 1 ottobre, 2008

@kiki:
Scusami per il ritardo nella risposta.
La funzione del prepuzio è proteggere il Glande (cioè la testa del pene). E’ stato creato per la giungla, nessun animale ha il pene esposto.
Così come i denti del giudizio, non essendo più utile all’uomo, è da alcuni millenni che gli dà dei problemi (come la fimosi).

Paz

49. Dalila88 - 5 ottobre, 2008

Salve a tutti!Sicuramente vi starete chiedendo come mai una ragazza abbia attraversato questa linea di confine…Innanzi tutto una premessa: vorrei congratularmi col creatore di questo sito e per la sua iniziativa ammirevole in quanto offre la possibilità a questi ragazzi di raccontare sè stessi e la loro esperienza rispettando la delicatezza dell’argomento…Perciò davvero complimenti!Leggevo più su lo scontro titanico avvenuto tra paz e marco,e non posso fare a meno di notare quanto questa esperienza muti in modo soggettivo…inoltre sono assolutamente d’accordo con il nostro umile giudeo che ha intasato molti blog!Ehehehe!(ti tengo d’occhio!).Lui sottolinea quanto il fattore psicologico possa influire sull’approccio mentale da riservare alla questione e mi ha colpito quando ha detto che nel suo caso la circoncisione sia stata una liberazione,una rinascita,e che festeggia questo avvenimento!Espongo il mio personale ed opinabile punto di vista: trovo che la circoncisione effettuata per motivazioni ragionevoli sia un atto di grande rispetto per la vostra persona…E’ vero che vi priva di una piccola parte del vostro corpo e che essa è per voi molto importante,però credo anche che se vista con un’ottica diversa vi nutre a livello interiore accrescendo la vostra autostima e la vostra forza in quanto è un gesto che richiede coraggio…per questo motivo ammiro tutti questi bravi figlioli!Allora,vi racconto una cosa…L’anno scorso per la prima volta ho conosciuto attraverso una persona a me tanto cara il discorso circoncisione.Inizialmente lui,che ha 35 anni,ripugnava l’idea che una tale sorte gli fosse toccata,si sentiva maledetto,condannato…Da quel momento è nato tra noi un rapporto di rispetto e di sostegno…io personalmente non la vedo come una condanna,ed è per questo che gli sono stata vicina,pur essendoci 1000km che ci separano e un sentimento non più corrisposto.Ricordo le sere in cui nella sua voce si percepiva paura,rabbia.Quelle sere ora sono passate…Col tempo l’ho sostenuto e lo faccio tutt’ora,invogliandolo a parlare di questo argomento attraverso delle immagini,delle associazioni mentali che estirpavano dalla sua mente la visuale di tutto così cruda…Oggi è più forte e sicuro di sè stesso,e probabilmente a fine anno si sottoporrà all’intervento!Non immaginate che gioia sia,non la scambierei con nessuna prestazione di nessuna durata(riferimento a un vostro commento)!Se si accetta questo allontanando da sè le ombre della “maledizione” sarà tutto più sereno…E soprattutto se accanto avete delle donne che vi amano,non è per una cicatrice che il loro sguardo cambierà…Riconosco che ci sono molte donne che nutrono dei perconcetti riguardo l’ottica dell’uomo circonciso,di conseguenza è comprensibile che un uomo si inibisca e si chiuda in sè stesso,e non c’è nulla di più sbagliato…Quindi,a tutte le donne,ANDATE OLTRE L’ESTETICA!!!Uomini,voi fidatevi di chi vi stima per ciò che siete,ne trarrete una grande soddisfazione e trascurate le persone superficiali,se potete…Ora veniamo a noi,ragazzi,ho una domanda…leggevo che molti di voi si sottopongono all’operazione a causa della fimosi o del frenulo corto…c’è invece qualcuno di voi che presenta questa caratteristica:ABBONDANZA DI PELLE SUL VOSTRO SOTTOPOSTO?(hehe).Questa persona che conosco l’estate è fortemente esposta al rischio di infezioni che(a quanto detto dal suo andrologo)possono implicare una futura fimosi…Dato che ha questa pelle in più ciò gli crea problemi e onde evitare peggiramenti gli è stata suggerita l’operazione(più che suggerita,CALOROSAMENTE CONSIGLIATA)…perciò mi chiedevo se qualcuno di voi,come lui,presenta questo problema…Mi dareste davvero un grande aiuto ragazzi…In attesa di risposta vi ringrazio anticipatamente per l’ascolto! PS spero che vio non vi creiate problemi relativi al fatto che sono una ragazza!Grazie a tutti coloro vogliano leggere questo commento! Dalila.

50. ipernova - 5 ottobre, 2008

Grazie per il lunghissimo contributo.

Allora, tanto per chiarire. Quando una donna si abitua all’uomo circonciso, non riesce più a tornare indietro.
La questione di “andare oltre l’estetica” si pone casomai alle donne che abituate ai circoncisi devono tornare alle persone normali.

Io tratto i circoncisi che si vergognano, come le donne che dicono di avere troppe tette. La natura (o il destino) ti ha fatto un dono enorme, e tu devi andarne fiero.

E comunque io appartenevo al caso del secondo amico che hai citato. Ora non posso nemmeno immaginare di tornare indietro. Mi sentirei un mostriciattolo 🙂

ULTIMA COSA: L’ALTRO GIORNO UNO CON FIMOSI HA CHIAMATO SU LOVELINE (MTV) E LORO NON AVEVANO IDEA DI COSA DIRGLI!!! VERGOGNA!

Paz

51. Dalila88 - 6 ottobre, 2008

Caro paz mi fa estremamente piacere che tu abbia risposto! Io mi riferivo a quelle donne che trovano scandalosa la conseguenza estetica della circoncisione e che ahimè alimentano la chiusura dell’uomo facendolo sentire inadeguato,tutto qui…Comunque!Bene,non so da dove cominciare…quando ti hanno consigliato di circonciderti?il tuo problema era diventato irreversibile?hai dovuto sopportare le infezioni estive?gia ancor prima di decidere trovavi antiestetica l’eccessiva quantità di pelle?(Sì lo so,troppe domande…!)Hai deciso da solo o con il supporto di qualcuno? per ora esaurisco qui la tortura(ehehehe),non sai che sollievo aver ricevuto la tua risposta! grazie davvero…ciao!

52. ipernova - 6 ottobre, 2008

Allora,
Non sono arrivato ad avere complicazioni. Tuttavia alla prima visita dall’urologo mi ha consigliato subito di circoncidermi.
Ti ricordo che sono nato in Brasile, e là è normale che si venga circoncisi subito dalla nascita. Così come in USA.

Ti ripeto che chiunque donna o uomo che conosca, preferisce la circoncisione.

Paz

53. Dalila88 - 6 ottobre, 2008

Non voglio assolutamente mettere in dubbio che uomini o donne preferiscano la circoncisione,mi pare sia chiaro che personalmente sono favorevole…Non sapevo fossi nato in brasile,altrimenti avrei articolato la domanda diversamente!Ascolta,il paziente può avere voce in capitolo riguardo la quantità di pelle che vanno ad eliminare?(immagino che il medico effettui tutto in base all’esigenza che il caso richiede,come è logico che sia). Mi hanno detto che è possibile eseguire l’operazione sia col bisturi che con un macchinario particolare di cui non so il nome…Nel tuo caso è stato secondo il metodo tradizionale?poi volevo chiederti se rispetto alla casistica di fimosi o frenulo corto,è più rara la situazione che prevede un’eccessiva quantità di pelle?c’è stato qualcun altro che tu conosci con lo stesso problema?In ogni caso ti rinnovo i ringraziamenti per la tua attenzione e per la pazienza!ciao. Dalila.

54. ipernova - 8 ottobre, 2008

Non saprei dirti sui dettagli tecnici dell’operazione. Di sicuro, quella effettuata ai neonati è diversa e non necessita di punti.

Però sono certo che esistano più tipi di circoncisione. Alcuni totali (cioè, sempre scoperto, come me) ed altri parziali.
Alcuni casi impongono la circoncisione totale, ed alcuni medici in certe nazioni lo fanno di procedura standard.
Ma sono certo che le il paziente esprime una preferenza, il medico cercherà di seguirla il più possibile. A meno che non sia un medico del cazzo (e non intendo l’urologo 🙂 ).

Da quanto mi risulta la casistica più frequente è quella in cui la pelle ha un restringimenti (come nella foto linkata nel post). Ma non ne sono certo.

Conosco molti circoncisi, alcuni per scelta, altri per obbligo. Ma tutti fieri di esserlo.

Paz

55. misterpinna - 8 ottobre, 2008

Leggo solo ora questo post… e vi racconto la mia esperienza.
Poi ognuno faccia come gli pare, ovviamente.
Sono entrato nel club dei circoncisi a 21 anni.
Da 3 avevo rapporti con la mia allora fidanzata (lo so, ho iniziato tardi… sono un “timidone”) e talvolta accusavo qualche dolorino. Una volta, non so perchè… mi si è “strappato” il prepuzio in maniera molto dolorosa. Andai dall’urologo, che mi consigliò la circoncisione.
Detto fatto: operazione (ambulatoriale: anestesia locale, in totale 20 minuti). Dolore pressochè nullo, a parte gli ultimi 2 punti, applicati quando l’effetto dell’anestesia era quasi terminato.
Un consiglio: fatevi coraggio la prima volta che dovrete “spacchettarlo” dalla medicazione. Io quando l’ho visto con tutti punti e tumefatto, ho pensato:”ecco, non funzionerà mai più” e per poco non svengo. Nell’arco di una settimana mi sono tolto la maggior parte dei punti da solo (si staccavano) e per gli ultimi due sono andato dal medico. Nessun problema di erezioni durante i primi giorni. Ricordo che una mattina ha provato a fare il furbo, ma appena ho sentito dolore si è subito placato :-).
Dopo due settimane andavo al mare.
Dopo un mese il “collaudo operativo”, passato senza alcun problema.
La fidanzata di allora fu contenta del cambiamento. Su quella di adesso non dico nulla per la privacy ;-).
Penso che se non si hanno problemi con il proprio prepuzio, non valga la pena di scassarsi i maroni per un mese con medicazioni, punti, peli che ricrescono eccetera.
Se avessi un figlio, lo farei circoncidere da piccolo.
A me la circoncisione ha risolto un problema, ma l’operazione da adulto è abbastanza fastidiosa. Da bambino invece neanche te ne accorgi… e previeni possibili disagi da adulto.
Sull’esserne fiero… secondo me è come essere fieri di essersi fatti togliere le tonsille 🙂

Marco

56. ilpandadevemorire - 10 ottobre, 2008

Marca “bravo” a Misterpinna.
Dottordivago

57. ipernova - 10 ottobre, 2008

@ Misterpinna:
Grazie mille per il contributo. Sarà utile a molta gente.
La battuta sulle tonsille mi ha fatto molto ridere 🙂 però non è proprio la stessa cosa. E comunque, io calco un po’ sul fatto di essere fieri perché vedo molti italiani depressi per lo stesso motivo 😉
Considerala un’esaltazione con scopi sociali.

Paz

58. pasquale - 19 ottobre, 2008

non è affatto una situazione mentale caro ipernova,dato che nel momento più bello sono i ricettori posti sul prepuzio,ma in speciale modo sul glande che ti fanno provare intenso piacere e godimento,cosa che non le hai più nel momento che ti circincidono.E poi quelle zone ,sono zone erogene dell’uomo,e statisticamente provato.Da un lato e pur vero che la mente fa PROVARE DESIDERIO,ma è il glande ed il prepuzio che fanno la loro parte, facendoti toccare per così dire il settimo cielo.io purtroppo non arrivo neanche al piano terra.

59. pasquale - 19 ottobre, 2008

chiedo scusa il mess.riportato il 19 ott,era indirizzato a paz che mi aveva risposto al 30 agosto.

60. Lorenzo - 19 ottobre, 2008

Scusate,avrei delle domande.
Non sono circonciso, siccome mi masturbo sfregandomi la punta del pene,mi sento leggermente ” diverso ” dalla massa,che usa il metodo classico.(impugnatura del pene)
Riesco a far uscire fuori il glande(quando il pene NON è eretto ovviamente) e mi masturbo 3-4 volte alla settimana,poche volte capita che sento dei doloretti ma è passabile come cosa.
Mi piacerebbe circoncidermi magari per avere rapporti sessuali migliori,ed ecco la mia domanda: chi è circonciso riesce ad avere rapporti sessuali migliori con la donna? Le (scusate il termine,ma devo essere il più chiaro possibile) penetrazioni riescono meglio?
Ora,sono poco convinto sul fatto di circoncidermi,perchè mi sento bene così,riesco a masturbarmi anche se sono circondato da gente che lo fa in modo diverso da me,ma dato che qui se ne parla penso che sia stato bene farvi queste domande.

61. pasquale - 19 ottobre, 2008

caro lorenzo alla tua domanda rispondo, che faresti un grosso sbaglio circoncidendoti,se non a ragione di fimosi.dalla mia esperienza ti posso garantire che non avrai affatto rapporti sessuali migliori,essendo circonciso,ti posso dire che è così.le penetrazioni?……non credere di provare quel piacere o stimolo che ti faccia andare in estasi,a me non succede niente poichè nel momento che ti taglino il prepuzio,perdi la maggior parte delle terminazioni che ti procurano quel piacere che provi da non circonciso,non e finita!al momento che rimane il glande scoperto perdi anche li la sensibilità,e non c’è credimi penetrazione al mondo che te ne faccia dono.se ti circoncidi non potrai più tornare indietro te lo porterai per tutta la vita.ti consiglio caldamente di riflettere su quello che farai, e non ti far convincere da altri .io ne stò ancora soffrendo.spero che ti sia stato di aiuto.non ti circoncidere.!!!!!!!!!

62. Lorenzo - 19 ottobre, 2008

D’accordo.
In effetti il motivo per cui circoncidermi era sta fissa delle penetrazioni,o migliorare le prestazioni del mio pene,oppure sentirmi della massa.
Oppure per il fatto che la gente,spesso anche mio fratello, prende la masturbazione come una cosa scherzosa,divertente,gesticolando con la mano,con il pugno chiuso,mentre io penso: no,io non mi masturbo così…devo sentirmi diverso?
Ma dato che non noto fimosi,non ho problemi,non vedo il perchè del circoncidermi…
Ti ringrazio per la risposta.

P.S.: non dire che ne stai soffrendo,alla fine è una decisione che hai preso per qualche buona ragione 😉

63. ipernova - 20 ottobre, 2008

Caro Lorenzo, ascoltami e fai bene attenzione:
Quello che stai facendo, è stimolare il frenulo che lega il prepuzio al pene. E’ lì che ci sono il più delle terminazioni nervose (e non sul prepuzio che è soltanto pelle). Io sono un circonciso totale (il mio glande è perennemente esposto) ma il mio frenulo è bello e pronto per farmi godere.

Per le persone non circoncise il pene dev’essere estraibile dalla pelle (prepuzio) SIA CON IL PENE RILASSATO CHE IN EREZIONE!
Se con il pene in erezione non riesci ad estrarre il glande da dentro il prepuzio (non slitta fuori) sei affetto da fimosi. A volte capita che si riesca a fare uscire il glande quanto il pene è moscio, ma la fimosi si capisce solo da quando il pene è eretto. Da quanto mi dici mi pare che tu abbia una fimosi (stai tranquillo, è comunissimo che alcune persone nascano così, come me, mio padre e a quanto pare te).

Il movimento per la masturbazione “ad impugnatura” è il più comune per quelli che hanno una certa mobilità della pelle (e quindi senza fimosi), perché procura più piacere. Poi ognuno decide che preferisce masturbarsi, ognuno ha i propri gusti. Ma ho l’impressione che tu faccia a modo tuo perché con il pene eretto la tua pelle non ha mobilità.

Adesso ti do un consiglio da fratellone: devi farti vedere da un urologo (il dottore del pene). Per fare questo devi andare dal tuo medico di base ed esporre il problema. Lui farà il resto.
La fimosi non centra solo con il sesso, averla significa poter avere anche altri problemi, quindi non temere di sembrare uno che vuole fare tanto sesso in giro. 🙂

Tienici informati e mi raccomando, segui il mio consiglio.

Paz

64. ipernova - 20 ottobre, 2008

Caro Pasquale, ti dico sinceramente che mi dispiace per la tua esperienza.
Ho la sensazione che qualcosa sia andato storto nella tua operazione di circoncisione.
E’ vero che in alcuni casi (come il mio) viene tolto tutto il prepuzio. Ma il frenulo resta, e con lui le terminazioni nervose ed il piacere (pensa a quanti attroi porno circoncisi 🙂 ).
Questa è l’esperienza di molte e molte persone che conosco.
Il consiglio che ti darei è di visitare un urologo ed avvalerti nei confronti di chi ti ha operato.

Per quanto riguarda il consiglio che hai dato a Lorenzo, ho avuto la netta sensazione che lui abbia una fimosi. Credo sia fondamentale che visiti un urologo e nel caso sia necessario si faccia circoncidere parzialmente o totalmente (in base alla necessità).

Paz

65. pasquale - 20 ottobre, 2008

caro paz la mia situazione e alquanto disperata, mi sono circonciso per fimosi completa all’età di 12 anni,io non mi ricordo chi è stato quel macellaio che mi ha rovinato , ho fatto diverse visite urologiche,andrologiche,ho consultato un sessuologo,mi hanno detto tutti la stessa cosa;CHI è STATO QUEL MACELLAIO? credimi paz stò soffrendo ogni santo giorno. non c’è giorno che maledico mio padre e quel macellaio.ora sto facendo un’altro controllo da un urologo,ho parlato con un mio amico e presto mi presenterà un bravo urologo che conosce lui e mi seguirà.l’ultimo andrologo che mi ha visitato ha fatto un’esclamazione tipo”ah!!!”,ti lascio immagginare.ecco perchè quando vedo di uno che si vuoloe circoncidereSE NON per fimosi lo sconsiglio, e poi se non ho letto male lorenzo non ha la fimosi.del psicologo non mi interessa nulla ,e non vado da lui.i macellai mi hanno rovinato e i macellai riparano non so se rendo l’idea.

66. pasquale - 20 ottobre, 2008

dimenticavo di dirti anche ,paz, ho anche io il glande scoperto,su di esso ho macchie viola,e come se fosse anestetizzato,se ci passo il dito,praticamente non lo sento,figurati che quando ho rapporti con la mia,gli domando se e entrato.questa storia mi stà facendo impazzire.

67. ipernova - 20 ottobre, 2008

Pasquale,
Hai ragione di essere incacchiato e devi perseguire con ogni metodo legale il bastardo che ti ha operato. Da qualche parte negli “annali ospedalieri” c’è il suo nome, e ti daremo una mano per rovinargli la vita. Lo stato italiano ti deve inoltre qualsiasi genere di cura per alleviarti questo problema.
La circoncisione, come qualsiasi altro intervento chirurgico, dev’essere fatta da una persona capace. Il tuo dramma è più legato all’incapacità di certi medici senza etica che all’intervento stesso. E’ certo che senza l’intervento non avresti questo problema, ma senza il medico idiota che ti ha operato non avresti il tuo problema attuale e nemmeno la fimosi.

Sarebbe utile che tu dicessi in questo blog l’ospedale in cui hai subito l’operazione. In modo da allertare altri.

Mettiamola in questi termini, se una persona ha una fimosi, DEVE andare a circoncidersi.
Se lo fa per piacere o garbo (come accade in molti paesi) è meglio che si presenti in una clinica privata e specializzata, per scongiurare ogni rischio.
In Brasile (dove mi sono circonciso io) la circoncisione viene considerata una prassi ed ha un bassissimo rischio di complicazioni (che di solito riguardano il postoperatorio e non problemi perenni).

Ti auguro di risolvere ogni tuo problema.

Paz

68. Lorenzo - 20 ottobre, 2008

ipernova sinceramente non ho mai provato a far uscire il glande col pene in erezione.
Semplicemente non mi è mai venuto in mente di farlo,ma vedrò di provare per vedere se ho la fimosi. 🙂

69. ilpandadevemorire - 21 ottobre, 2008

Non so se qualcuno te l’ha già detto e non ho tempo per leggere 68 commenti, così te lo dico io, almeno qualcuno ti fa la battuta che aspettavi da sempre: “Paz, questi sono discorsi del cazzo…”
Dottordivago

70. pasquale - 21 ottobre, 2008

e stato tanto tempo fà, comunque e una clinica o un’ospedale che si trova a pomigliano d’arco (na) si chiama san felice.Non sò se le cose sono cambaite oggi o continua ad avere gli stessi macellai di prima.avendo la fimosi mi sono fatto circoncidere li, sotto responsabilità di mio padre,con la pia illusione che si sarebbe ricresciuto il prepuzio,poichè per quel che conoscevo a scuola sulla atonomia umana che la pelle o la carne si ricostruiva col tempo.Ed invece non è stato così,mi hanno rovinato. stò seriamente cercando di farmelo trapiantare, cosa che dirò all’urologo.non mi và di vivere così!!!!! grazie comunque di avermi risposto paz.un’altra cosa, tu la senti la sensibilità sul glande?devi essere sincero.

71. Lorenzo - 21 ottobre, 2008

allora ipernova il glande riesce ad uscire,è tutto a posto.(era quasi uscito tutto,mi sembrava inutile scoprirlo ancora,l’importante penso che sia farlo uscire un poco,perchè la fimosi è quando non esce o sbaglio?)
Solo che quando era fuori l’ho minimamente sfiorato con un dito e ho urlato come un cane…come se fosse molto sensibile al tatto,come mai?

72. ipernova - 24 ottobre, 2008

@Pasquale:
Come avrai notato, quando ci si circoncide non ricresce niente. E mi spiace anche che i medici non abbiano informato tuo padre al momento. A me mi hanno spiegato perfettamente cosa mi avrebbero fatto e mi hanno fatto vedere un sacco di disegni (le foto erano un po’ troppo 🙂 ). Ciò che però ha fatto tuo padre (di portarti dall’urologo) è cosa giustissima e dovrebbero farlo tutti i genitori d’Italia. Quindi di sicuro non è lui il colpevole. Per esempio io rimprovero i miei genitori perché con me non lo hanno fatto.
Adesso io non so bene cosa sia venuto male con te. Di sicuro la pelle del glande si inspessisce e si sente molto di meno. Però il glande non ha le terminazioni nervose che interessano (quello non circonciso non ha il tatto che hai nelle dita, nel glande c’è mucosa e non pelle). Le terminazioni nervose invece sono nel frenulo, se quello è intero, il movimento avanti e indietro lo stimola quanto basta.
Altra cosa, andare dallo psicologo/a è cosa buona e giusta. Lo si deve fare se si è stressati, se si perde il lavoro, se la ragazza ti lascia e soprattutto se un macellaio ti rovina il pisello. Lo psicologo non è una cosa per matti, questa è solo un’altra opinione tipicamente italiana. Quindi, se riesci, vacci che ti farà bene. 😉

@Lorenzo:
Sono quasi certo che tu abbia una fimosi. Questa può verificarsi sia in maniera radicale (non esce nemmeno quando è moscio), sia in maniera un po’ più leggera (quando eretto esce ma non tutto).
Il glande è stato fatto dalla natura per stare totalmente e comodamente fuori quando il pene è eretto. Qualsiasi cosa diversa da questa è da considerarsi fuori dalla norma. Attenzione: non dico che è anormale e che non si possa vivere. Ma se guardi le bestie, fra di loro la fimosi non esiste, il cazzo esce sempre.

Lorenzo, vai da un urologo e poi raccontaci tutto il tuo percorso, sarà utile a molti altri come te. 🙂

Paz

73. pasquale - 24 ottobre, 2008

purtoppo l’ho capito dopo paz ,ma vedi io ho fatto tante ricerche in questo campo tanto da capire che e vero che il glande si ispessisce ,e non è pelle ,e che una volta scoperto si riveste di una mucosa per proteggersi come se fosse un secondo prepuzio.Ma e anche vero che anche il glande ha parecchi ricettori che procurano intenso piacere,e che una volta scoperto si perdono queste sensazioni,almeno nel mio caso è successo così!.però non mi hai detto ancora ,se tu la sensibilità c’è l’hai? in poche parole come ti ho detto prima,quando ti tocchi il glande c’è l’hai la sensibilità anche se è ridotta?

74. ipernova - 25 ottobre, 2008

@ pasquale:
Sì, certamente la sensibilità diminuisce, ed io ne ho poca . Infatti, appena ci si circoncide, il solo tessuto delle mutande da fastidio, però dopo posso buttarci addosso il getto della doccia che non mi fa male.
Ma c’è da ricordarsi che il glande ha una mucosa, che non da il senso del tatto, ma solo una specie di “sensazione” del tatto. Cioè, tu sai che c’è qualcosa che ti tocca, ma non sai bene dove e con quanta forza. Prova tu a toccarti il palato, quella è una mucosa come quella del glande, si comporta diversamente dalla pelle.

Il piacere lo si ricava principalmente da frenulo, cioè l’attaccatura inferiore tra glande e il resto del pene. E’ il frenulo che solo con lo sfioramento già provoca piacere.

Ti ho aiutato?

Paz

75. pasquale - 25 ottobre, 2008

direi in parte poichè quando si fa l’amore con la propia conpagna ,entra solo il glande,dato che la cucitura e posta sotto la corona,ed ovviamente non si sente niente, poichè e la corona del glande che lo protegge come si può godere così me lo spieghi amico paz?e poi il mio frenulo e corto.

76. pasquale - 25 ottobre, 2008

sai una cosa però paz,girando su internet ho saputo che se si riesce a portare la pelle del pene tipo streching” tirando la pelle “verso il glande in modo graduale e senza farsi male,una volta che si ricopre il glande ritorna la sensibilità.stò pensando di anestetizzare quel coso che ho e ritagliare la cucitura,così da farmi riscendere il resto del prepuzio tagliato.

77. Lorenzo - 26 ottobre, 2008

paz ma il glande esce tutto…a che mi serve complicarmi la vita quando ho la certezza di non avere problemi..

78. enzo - 27 ottobre, 2008

ciao ragazzi,io per una fimosi (la pelle arriva a metà glande e si blocca) dovrò operarmi tra breve.
naturalmente la cosa mi mette un pò in apprensione,anche perchè è la seconda volta.
la prima volta non fù tagliata tutta la pelle ma solo una parte e per diversi anni anche se un pò a fatica è andata bene,ma ora si è ripresentata la fimosi ed il mio urologo ha detto che bisogna operare un’altra volta.
che mi dite? grazie a tutti…

79. enzo - 27 ottobre, 2008

scusate,sono di nuovo io..ho letto che si perde sensibilità, e quindi vorrei chiedere ai circoncisi se è relmente cosi.
prima i rapporti con la ragazza erano quasi normali (con il glande scoperto a metà) ovviamente se forzavo di più avvertivo un po di dolore e dopo l’operazione come sarà?
ci sarà grossa perdita di sensibilità? io ho 42 anni ed il 6 novembre andrò a fare i prelievi pre-intervento
grazie a tutti…

80. ipernova - 27 ottobre, 2008

@Pasquale:
Non ho capito. Quando si fa l’amore entra tutto il pene, e non solo il glande. Il movimento della pelle del pene avanti e indietro a me basta e avanza per avere del piacere.
Per quanto riguarda quelle cose che hai visto in internet, devo dire che non ho capito molto, però ti ripeto: secondo me e’ inutile far tornare la sensibilità del glande perché non è da lì che si gode.

@Lorenzo:
Cito una tua frase “era quasi uscito tutto,mi sembrava inutile scoprirlo ancora, l’importante penso che sia farlo uscire un poco”.
Il glande dovrebbe uscire tutto e con grande facilità. A me sembra che non sia il tuo caso.
Se hai paura di far vedere il tuo pipino al dottore, superala! La tua salute è al primo posto. Segui un consiglio da amico.

@Enzo:
In Paesi come USA si fa subito la circoncisione totale (come nel mio caso). Quella di farla parziale è una mania dei paesi un po’ conservatori come l’Italia.
La sensibilità che si perde è sul glande (che di per se è una mucosa e non è responsabile per il piacere). La sensibilità che ti interessa è sul frenulo, quella che viene stimolata dal movimento e non dal tatto. Con la circoncisione totale, di primo acchito si perde un po’ l’escursione della pelle (vedi post all’inizio), ma poi torna tutto a posto.
Non conosco alcun circonciso che non sia soddisfatto della propria vita sessuale, eccezzion fatta dell’amico Pasquale che vedi sopra (vittima probabilmente di un intervento non eseguito bene).

Paz

81. pasquale - 27 ottobre, 2008

forse non mi sono spiegato bene caro paz,lo sò che entra tutto il pene,la mia cucitura e posta sotto la corona del glande e anche quando faccio movimento, non succede nulla,pochè come ho detto prima,è nascosta ,e quindi non c’è reazione. @enzo certo che la perdi,e poi caro enzo il glande di per sè e ricchissimo di ricettori che ti fa avere intenso piacere posso permetterlo di dire dato che ho fatto tante ricerche del campo,e lasciamo stare che e pulito che odora ,con una buona igiene lo è lo stesso un pene non circonciso.Vorrei non essermi mai circonciso!

82. Ipernova - 28 ottobre, 2008

@Pasquale:
Sei un circonciso totale, COME ME. L’unica cosa che possono averti fatto è averti danneggiato il frenulo, togliendoti quindi il piacere.
Ma per il resto, siamo uguali, ed io che sono privo di prepuzio, godo tantissimo. Non è nella presenza del prepuzio che cambia qualcosa!!!
Per il resto, hai già chiarito bene la tua opinione. Per qualsiasi altro commento, visita anche i siti che ho indicato nel commento 19, dove potrai trovare altre centinaia di circoncisi.

@enzo:
Vai da un urologo e fatti dare il suo parere.

83. enzo - 29 ottobre, 2008

ho letto i vostri commenti ed anche altro in rete molte volte discordanti.
io mi devo operare per impellenza fisica la quale mi ostacolava tantissimo nel fare sesso con la mia ragazza in quanto il prepuzio a metà glande si bloccava ed una eventuale forzatura provocava dolore.
dovevo precludermi ad esempio di avere la partner sopra perchè non potendo controllare il movimento era spesso doloroso,oppure anche (scusatmi se sono volgare) i rapporti orali non erano otttimali e solo con profilattico ehm….il lato B.
spero di risolvere definitivamente con questo intervento.
se vi farà piacere vi terrò informato su tutta la vicenda.
baci enzo

84. Lorenzo - 29 ottobre, 2008

No Paz non l’ho fatto uscire tutto non perchè non riusciva ad uscire,ma perchè pensavo fosse necessario per capire se avevo una fimosi o no. Oggi ho riprovato ed esce tutto fuori tranquillamente.

85. Lorenzo - 31 ottobre, 2008

Ragazzi avete mai provato a smettere di toccarvi un momento prima dell’orgasmo?
E’ una cosa che succede quando si corre il rischio di venir ” scoperti “, quando in genere una persona si sta avvicinando e voi sentite il bisogno di fermarvi,in quell’istante che dovete toccarvi per la parte finale dell’atto.
Ed è davvero brutto XD

86. ipernova - 31 ottobre, 2008

@Enzo:
Tienici informati. La gente ha bisogno di sapere l’iter ed i benefici.

@Lorenzo:
Immagino tu abbia circa 15 anni. A quell’età è fondamentale che uno uomo abbia fatto almeno una visita di controllo dall’urologo. Non importa se hai o non hai problemi.
Fallo, perché è cosa buona e giusta.

Paz

87. Lorenzo - 31 ottobre, 2008

Azz come hai fatto a indovinare la mia età LOL XD.
Comunque, ultimamente sono andato a fare il prelievo del sangue comunicando a un dottore(in presenza di mia madre ovviamente) che alcune volte facevo l’urina bianca, forse perchè bevo tanto.(o forse perchè aveva a che fare con la masturbazione perciò gliel’ho chiesto)
Allora lui ha detto a mia madre che bisognava fare un’urinocultura.(così si dice?) e praticamente mi ha detto che dovevo prima lavarmi il pene BENE, poi facevo l’urina nel vasetto appena alzato dal letto,mia madre gli portava il vasetto e poi ” verificava “.
E’ così oppure l’urologo chiede altre cose?

88. pasquale - 1 novembre, 2008

ciao paz ho visto i siti che mi hai indicato,sembra che tutti ne parlano come di una cosa positiva.E che ormai bene o male faccio parte anch’io di questa famiglia,non si scappa dalla dura realtà,come posso viverla questa mia situazione io non lo sò,credimi e davvero dura . Come posso viverla serenamente,o sentirmi appagato sessualmente quando ho rapporti con la mia ragazza?lo domando a tutti voi circoncisi,aiutatemi per favore, per vostrta esperienza,a viverla nel modo più sereno possibile.Dimmi anche la tua carissimo paz.

89. ilpandadevemorire - 2 novembre, 2008

Intermezzo sdrammatizzante:
qualunque scemo poteva proporre “La posta del cuore”, ma per inventarsi “La posta del cazzo” ci vuole talento, Paz…
Ok, fatto: continuate pure, ragazzi.
Dottordivago

90. ipernova - 4 novembre, 2008

@Lorenzo:
L’urologo ti guarda il pipino e ci mette le mani per vedere se è tutto a posto. L’uorologo anche ti palpa le palle, se sei ancora in crescita per vedere se sono a posto.
Sono cose che devi fare ALMENO una volta prima dei 20 anni.

@pasquale:
Allora. Dovevo circoncidermi, l’ho fatto dopo i vent’anni. Quando l’ho fatto mi sono sentito sollevato (in Brasile, dove sono nato, è come in USA, sono tutti circoncisi). Sono felicissimo e la mia ragazza lo è ancora di più.
Credimi, capisco la tua situazione, e continuo a consigliarti lo psicologo, che è una specie di amico moooolto saggio e a pagamento. Saprà darti la dritta giusta.

@Dr Divago:
E’ un lavoro sporco/duro/delcazzo, ma qualcuno lo doveva pur fare! 🙂 Comunque questo attesta quanto si manchi di informazione in Italia

Paz

91. Lorenzo - 4 novembre, 2008

Ok.
Comunque forse un controllino già me lo hanno fatto prima dei 20 anni:
tanto tempo fa mi operai appunto ai testicoli perchè a quanto pare avevo un problema. (pareva che una palle stesse più giù)
Che coincidenza comunque, oggi un mio amico a scuola ha raccontato di essere stato operato di circoncisione, praticamente ha detto che durante l’intervento non sentiva nulla,come se fosse morto, ha detto che era come se non esistesse.
Comunque avrei una domanda: con la circoncisione può cambiare il metodo di masturbazione?

92. ipernova - 5 novembre, 2008

@Lorenzo:
Stavo pensando ad una risposta alla tua domanda, ma sono arrivato alla conclusione che è una domanda irrilevante, e quindi non ti rispondo. Sorry 😉
Smetti di fare domande a me, e vai da un urologo a farti controllare.
Poi, se sarà utile, dicci come è andata.

Paz

I COMMENTI SEGUIRANNO SUL NUOVO SITO IPERNOVA, CLICCATE QUI


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: