jump to navigation

Argomentazioni a favore della vita extraterrestre 27 maggio, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -, Musica.
Tags: , ,
comments closed

Per il ciclo “Poesie che non ti aspetti” vi pubblico una bella poesiola di un poeta moderno a proposito dell’esistenza di vita extraterrestre

Un uomo intelligente
Mettendosi gli occhiali
Ha fatto distinzione
Fra gli esseri animali
E quelli vegetali

In terza media scopro che i regni sono cinque
Fatti a loro volta
da generi molto diversi tra loro

Se non esistessero i fiori, riusciresti a immaginarli?
Se non esistessero i pesci, riusciresti a immaginarli?

In altre zone di questo universo
E’ facile da realizzare
Esiste tutto ciò che io non riesco ancora ad immaginare

E’ Praticamente ovvio
Che esistano altre forme di Vita

Oggi ho fatto tardi
Però mi sembra strano
Che solamente noi
Siamo stati generati dal caso
Questo è un po’ egoista
E poco fantasioso
E forse un po’ cattolico
Poco divertente
Molto presuntuoso

Se non ci fossero i funghi, riusciresti a immaginarli?
Se non esistessero le alghe, riusciresti a immaginarle?

Le stelle che riesco a vedere
Sono una piccola percentuale
Esiste tutto ciò che io non riesco ancora ad immaginare

E’ Praticamente ovvio
Che esistano altre forme di Vita

Per continuare a leggere il post clicca qui -> (altro…)

Annunci

Manichini Birichini 26 maggio, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags: , ,
comments closed

Andando in giro capita spesso di incontrare delle cose molto curiose. Questo fine settimana mi è capitato di incontrare nella vetrina di una famosissima catena di abbigliamento (che NON è italiana ed il cui nome NON è veneto) due manichini abbastanza birichini.

A parte il fatto che anche gli altri manichini del negozio erano nella stessa posizione, la domanda nasce spontanea: perché?

Grattarsi il cul* gli conferisce un look casual?

Nascondono l’orologio, che visti i tempi, non si sa mai?

Hanno sentito parlare di un Gay Pride nei paraggi?

Si stanno proteggendo dall’avvento di Berlusconi?

Ma soprattutto, il secondo manichino ha una mano dietro, e l’altra?!

Si accettano scommesse

Paz

Come saltellare sull’acqua (e fare una figuraccia) 24 maggio, 2008

Posted by ipernova in Acquisti, Del + e del -.
Tags: , , ,
comments closed

Vi mostro il filmato di un aggeggio che ha diversi nomi: WaterBird, AquaSkipper, AquaJump.

Quello che fa è immergere dei profili a forma di ala dentro l’acqua, offrendoti della pedane ed un manubrio sui quali si può saltellare. In questo modo si forza un movimento in avanti che tiene sollevato il peso della persona.

E’ una specie di Catamarano versione Bicicletta. Anche se ad utilizzarlo si rischia seriamente, oltre allo stupore generale, di fare la figura del pirla. 😀

Non credo che servirà per rimorchiare, però si possono fare delle belle gare. Addirittura la RedBull ne ha organizzata una.

Se ne volete uno, vi dovrebbe costare sui 320€. Potete guardare anche altre invenzioni bislacche sul sito di Inventist.

Paz

Come trasformare un bimbo felice in un manager 17 maggio, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags: , , , , ,
comments closed

Esistono certe maniere subdole per trasformare un bambino felice in un piccolo imprenditore avido. Attenzione però, “avido” NON di soldi, ma di grafici che crescono (come grafici intendo quelli Cartesiani con le lineette).

Per un ragazzo degli anni ’80, tutto inizia con Sim City 2000 (per quelli ricchi col primo Sim City). Misteriosamente mio padre mi regalò Sim City 200 immediatamente dopo la mia richiesta. Cosa alquanto strana visto che ricevevo doni solo a Natale e Compleanno, e che queste due festività (per me) sono a distanza di 5 giorni.

Nel sopracitato gioco, si parte da un terreno vuoto e via via si assegnano zone residenziali, commerciali ed industriali, costruendo le infrastrutture e regolando alcune leve per migliorare alcuni aspetti della città che stai governando.

Per i bambini con tempo da perdere, cioè tutti, il gioco rischia di diventare altamente viziante. Io, ad esempio, facevo turni da 4 ore. Il fattore viziante di questi giochi è che non finiscono, resti sempre lì a dire: “Faccio quest’ultima cosa e vedo quanto migliora il grafico”.

Sempre di questa serie ho giocato a Sim Tower, che era la stessa cosa, ma costruendo un edificio (tra l’altro questo ce l’avevo in Spagnolo, e se oggi mastico un po’ questa lingua lo devo a questo gioco).

Dopo Sim City 2000 e Sim Tower, ormai il manager avido di grafici aveva preso il sopravvento. Il gioco che seguì fu uno chiamato Utopia (nel 1996). Era un gioco gratis in internet in cui migliaia di ragazzini, che come me avevano dei problemi con i numeri che crescono, perdevano ore allacciati a internet (ai tempi del 33.6 kbps) per attaccarsi l’un l’altro e conquistare regni, facendo magie, pagando soldati, e vedendo crescere la propria misura e potenza nel meraviglioso mondo di Utopia. E cioè 4 dozzine di numeri che cambiano.

Subito dopo c’è stata la mania per Age of Empires 1 (Kokoma? Hagi!), ma soprattutto AoE 2 (Ahéo-àheo! Uollollohooo!), che è molto viziante, anche per persone come me che erano più impegnate a ricavare materie prime che a combattere.

Ultimo, ma non per importanza, si chiama The Business Game. Questo gioco lo trovi solo divertente se tutti quelli prima hanno avuto l’effetto desiderato, cioè se sei incurabilmente avido per grafici che salgono.

Il “The Business Game” (che è un po’ come dire I The Beatles) è un gioco fatto dall’Università di Udine (Ateneo che mi ha ospitato per una manciata di anni, e di cui vado fierissimo), che negli anni si è evoluto a tal punto da diventare un’azienda di consulenza.

Il gioco consiste nel gestire un’azienda, e prevede la gestione di un sacco di leve (pare che ultimamente abbia previsti anche dei “disastri”). Ho la fortuna di avere un amico che attualmente è sviluppatore del gioco e mi tiene aggiornato sulle ultime figate (oltre ad essere attaccato all’altro cappio della corda quando, occasionalmente, arrampichiamo 😉 ). Il TBG dev’essere giocato fra gruppi, il divertimento è proprio discutere le strategie con le persone della tua “azienda” per poi scontrarsi con gli altri gruppi e vedere che i grafici salgono o scendono. Ricordo un degno quarto posto, durante il corso di Gestione della Produzione, raggiunto rovinando il mercato con prezzi bassissimi 😀 (Come si chiamava proprio l’Azienda ?)

Per gente malata come me è entusiasmante. Se volete provare anche voi, potete giocare gratuitamente contro il computer nel sito del “The Business Game”. Il gioco sta diventando talmente famoso (e aggiungo nuovamente che ne vado fiero) che Il Sole 24 ore ne ha chiesto una versione semplificata da mettere online sul sito.

Insomma, se volete far diventare vostro figlio un manager come me (da notare che ho tempo da perdere visto che ho un blog sul quale scrivo spesso) fategli giocare giochi di strategia pieni zeppi di grafici!!!

Paz

P.S.: Ah! Il primo grafico che vedete, sono le statistiche mensili di Ipernova, è questo il mio nuovo giochetto!!!

Silvio continua il solito, ed io me la rido 12 maggio, 2008

Posted by ipernova in Democrazia.
Tags: ,
comments closed

Arriva un certo punto, in cui uno smette di preoccuparsi ed inizia a ridere della situazione tragicomica.

L’assalto alle trasmissioni condotte in maniera impeccabile da Santoro e Fabio Fazio, sono una prova di ciò.

A parte che Santoro non mi garba molto come giornalista, se potessi scegliere, ne sceglierei un altro. Il fatto è che non posso scegliere perché di normale c’è solo lui.

L’intervista di Fazio a Travaglio (effettuata con enorme coraggio visto che molto del putiferio scatenatosi nell’Editto Bulgaro iniziò appunto da un’intervista di Travaglio) è stata impeccabile.

Si sentiva nell’aria come Fazio prendesse con le pinze Travaglio e si impegnasse ad esprimere immediatamente il suo disappunto quando il secondo faceva battute che SOLO in Italia sono considerate offensive.

Diciamocelo, l’Italia andrà clamorosamente a puttane per altri 5 anni. L’economia verrà gestita malissimo, il popolo verrà disinformato ancora di più, la libertà di stampa continuerà a non esistere, e Grillo avrà ancora più fedeli.

Io me la rido.

Non è ancora maturo il momento del capovolgimento. Gli italiani non sono pronti. A questo punto non ci resta che fare dell’autoironia ridendo di quanto tragicomica sia la situazione.

Avete presente l’Armata Brancaleone? Ecco questa è l’Armata Brancalusconi!!!

BRANCA BRANCA BRANCA!!!

LUSCON LUSCON LUSCON!!!

FUUUUI’

Paz

Il virus più comico del mondo 9 maggio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: , ,
comments closed

Uno studio londinese di nome Troika, ha inventato dei “virus” che non sono offensivi ma comici. In pratica sono per fare degli scherzi.

Vi pubblico il filmato del Newton Virus per Mac, un virus che si inietta tramite chiavetta USB (basta collegarla al Mac di un vostro amico/consorte che lavora troppo, attendere dei secondi e poi toglierla) che fa collassare la barra menù e le icone del desktop, sfruttando la tecnologia sudden motion sensor implementata nel portatile.

(per guardare il video non serve l’audio)

Paz

Via | Melablog

Il grande Bill Plympton 6 maggio, 2008

Posted by ipernova in Arte, Cinema.
Tags: , , ,
comments closed

bill plympton\'s 25 ways to quit smokingBill Plympton è un animatore coi controammenicoli. Tutte le sue animazioni sono fatte come una volta, disegno per disegno. E come se non bastasse le fa tutte a matita. Il risultato è un opera d’arte.

Se ci aggiungiamo che è dotato di enorme senso dell’umorismo, otteniamo dei lungometraggi di animazione, che fanno ridere, estremamente surreali, politicamente scorretti, e belli da vedere.

Fra i tanti cortometraggi che ha fatto, ce n’è uno speciale chiamato 25 Ways to Quit Smoking. Come dice il nome stesso, è un manuale con 25 modi bizzarri e surreali per smettere di fumare. Vi pubblicherei questo suo video, ma immagino che l’abbiano tolto da YouTube per non ledere i diritti d’autore. Tuttavia l’ho trovato in un altro sito, vi consiglio vivamente di andarlo a vedere (sappiate che l’audio non serve, quindi potete guardarlo dal lavoro)

Come vi dicevo, Bill Plympton fa tutto da solo. Sta chiuso in casa per un bel po’, e poi esce con un’animazione. Se si vuole, ci si può collegare in diretta con la webcam che lui ha sopra il suo tavolo da lavoro. Volendo si possono scegliere anche dei brevi segmenti accelerati che sono archiviati nel sito.

Essendo un personaggio di spicco negli USA, è stato chiamato a fare molte pubblicità in passato, ed anche video musicali (come uno di Kanye West che vi pubblicherò presto).

Il filmato che vi pubblico è il più lungo che ho trovato, ed è uno spezzone del film “Guide Dog” del 2006 (l’audio non serve, anche se è più carino sentire i lamenti del cane). Se ne volete vedere di altri, andate su YouTube, oppure nella Gallery del suo sito.

Vi è piaciuto?

Qual’è la vostra maniera per smettere di fumare preferita? A me piacciono la 12 e la 19.

Paz

E se Ginevra inghiottisse il sistema solare? 2 maggio, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -, Scienza.
Tags: , , ,
comments closed

LHC (Large Hadron Collider) è l’acceleratore di particelle più grande e potente mai realizzato dall’uomo, progettato per far collidere protoni ad un’energia mai raggiunta fino ad ora in laboratorio. È costruito all’interno di un tunnel sotterraneo lungo 27 km presso il CERN di Ginevra.

L’LHC giunge in questi mesi alla fase di (finalmente) attivazione. Ed è proprio in questi attimi che si sollevano dubbi nei confronti del progetto.

Alcune persone ritengono che l’LHC potrebbe causare la distruzione della Terra. Secondo questi il CERN potrebbe:

  • Creare un buco nero stabile
  • Creare materia strana più stabile della materia ordinaria
  • Creare monopoli magnetici che potrebbero catalizzare il decadimento dei protoni

Mi soffermo sul primo. Due signori chiamati Walter L.Wagner e Luis Sancho, hanno presentato un ricorso contro LHC sostenendo che gli esperimenti potrebbero creare un buco nero capace di mangiarsi l’intero sistema solare. Questa tesi è anche sostenuta da due ricercatori della Standford e della Brown University. A parte che il ricorso è stato presentato al tribunale delle Hawaii, per un attimo mi sono venute certe domande.

E se fosse vero?

E se ogni razza intelligente creatasi nell’universo si è evoluta fino al punto di effettuare questo esperimento ed auto-annichilirsi in un buco nero?

E se i buchi neri che “vediamo” sono la prova di una vita ultraterrena esistita?

A me la prospettiva di diventare talmente intelligenti da auto-annichilirsi mi sembra abbastanza ironica da essere reale. Se ci pensate, l’universo è stato fin troppo logico fino ad ora, manca ancora quel bel po’ di ironia di cui la vita è inevitabilmente permeata.

Paz