jump to navigation

Ed il Paz se ne tornò in Brasile 8 giugno, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags:
trackback

Allora lui mi fa: “Beato te che vai in Brasile!”

Foto dal taxi a San Paolo del Brasile

Arrivo alle 6:00 con 14°C e nebbia su tutta la città, pista di atterraggio inclusa. E dopo aver perso 2 ore sul traffico per arrivare a casa, disfo la valigia e vado subito a lavorare (con 12 ore di volo sulle spalle).

La città dista a parecchie ore di macchina dal mare (quindi nisba) e per quanto riguarda le belle donne, la mia ragazza è molto meglio, e già mi manca.

Tutto questo per dire due cose:

  1. Molte delle mie attività parallele andranno in ibernazione (se farò dei post saranno solo delle foto scattate e commentate)
  2. La prossima volta che vado in Brasile non ditemi che sono beato.

Paz

Annunci

Commenti

1. Viktor - 9 giugno, 2008

Beato te che…sei al fresco, qui c’è un caldo afoso!!!
Beato te che…sai volare, comunque bastava prendere un aereo, facevi meno fatica e potevi dormire in volo…
Beato te che…hai una vita parallela?
Beato te che…devi ritornare, altre 12 ore di volo + ritardi (sicuri) + scioperi

2. ipernova - 10 giugno, 2008

Alcuni di questi “beati te” sono disposto a sopportare 😀

Paz

3. zardo - 11 giugno, 2008

Paz il Brasile ti sta facendo uno strano effetto vedo: hai iniziato a parlare come il Maestro Yoda!

E comunque: Te beato che in Brasile sei.

4. zardo - 20 giugno, 2008

Il vero motivo dei viaggi in Brasile del nostro Paz lo potete trovare qui: http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/brasile-fashion/2.html

5. Viktor - 23 giugno, 2008

Sono daccordo, ma in Brasile in questo momento c’è l’inverno, e d’inverno le brasiliane non si mettono i due pezzi ma quello tutto intero!

6. Cesar - 4 luglio, 2008

Ma se sei a San Paolo non è vero che la città dista parecchie ore di macchina dal mare.
Da San Paolo a Santos ci si impiega un’ora, o anche meno (quando l’ingorgo stradale non c’è).
Anche scegliendo come destinazione spiagge più ‘tranquille’, saranno non più di due ore comunque.
E per il Brasile due ore in macchina è proprio nisba!
😉
Posso chiederti qual’è il tuo lavoro in Brasile?

7. ipernova - 4 luglio, 2008

@Cesar:
Caro Cesar, Benvenuto (ou bemvindo).
Avresti ragione, ma l’ingorgo c’è sempre. Il traffico a San Paolo ha raggiunto e superato la soglia del ridicolo.
E poi, dipende da che parte di San Paolo parti per andare a Santos, se parti da ovest, devi attraversare buona parte della città e ci metti un’ora in più.
Aggiungo che non ci vado da molto, ma se si vuole andare nel “litoral norte”, ci saranno ben più di 2 ore di auto (purtroppo).

Io non lavoro esclusivamente in Brasile, faccio il Product Manager su e giù fra i due paesi.

In effetti hai ragione nel dire che in Brasile 2 ore di macchina non sono niente. Ma son sempre 2 ore di macchina. Le stesse che qui in Italia mi portano nello splendido mare della Croazia 🙂

Paz

8. Viktor - 4 luglio, 2008

Cosa fai?

9. ipernova - 4 luglio, 2008

@Viktor:
Ebbenesì, son passati i tempi del fancazzismo. Ora sono ciò che hai letto sopra. E ho anche delle preoccupazioni. E mi tocca anche lavorare fino a dopo cena.

Paz

10. Viktor - 4 luglio, 2008

Allora lavori fino tardi…e alla mattina?

11. ipernova - 5 luglio, 2008

Dormo.

Stop alle telefonate! 😀

Paz

12. Cesar - 7 luglio, 2008

Grazie del benvenuto!

Hehe, sì, ma alla fine è lo stesso discorso: dipende da che parte in Italia parti per andare verso lo splendido mare della Croazia…

Ma quindi ho fatto la tua strada al contrario, hehe.
Sono nato in Brasile, di famiglia italiana (ero anche già stato in Italia), e dal 2004 vivo nel Veneto.
Ora lavoro per un’azienda che vuole sbarcare in Brasile… Infatti sono andato a fare una serie di presentazioni in università e aziende degli stati di San Paolo e Paranà nel maggio scorso…

Pace sempre!
(aliàs, por que Paz? hehe)

13. ipernova - 7 luglio, 2008

Caro Cesar.

Abbiamo fatto lo stesso percorso, io però vivo in Italia dal 2000.
Mi sono laureato qui e mi sono specializzato nell’internazionalizzazione di aziende verso il Brasile.

In pratica facciamo lo stesso mestiere 😀

Paz, è un diminutivo del mio cognome, non centra col termine in portoghese.

Spero di rivederti spesso da queste parti

Paz


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: