jump to navigation

Il virus più comico del mondo 9 maggio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: , ,
comments closed

Uno studio londinese di nome Troika, ha inventato dei “virus” che non sono offensivi ma comici. In pratica sono per fare degli scherzi.

Vi pubblico il filmato del Newton Virus per Mac, un virus che si inietta tramite chiavetta USB (basta collegarla al Mac di un vostro amico/consorte che lavora troppo, attendere dei secondi e poi toglierla) che fa collassare la barra menù e le icone del desktop, sfruttando la tecnologia sudden motion sensor implementata nel portatile.

(per guardare il video non serve l’audio)

Paz

Via | Melablog

Annunci

Grazie Anna (HO UN iPhone!!!) 7 febbraio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: ,
comments closed

cellulare

Ebbenesì, questa settimana ho avuto l’onore di rincontrare un’amica di vecchia data (quando ancora studiavamo in Brasile).

Questa mia amica, per caso (ma anche per merito), abita nel NJ (che per “noi” cosmopoliti vuol dire New Jersey) e cioè, dall’altra parte di Manhattan (Brooklin è a destra e NJ a sinistra).

Siccome sapeva di questa mia fissazione per l’iPhone, mi ha fatto l’enorme piacere di portarmene uno.

CE L’HO!

Ho già sbloccato tutte le funzioni tranne quella telefonica.

è avanti di millenni. ho letto questo stesso blog in forma integrale ed identica a quanto si vede da un normale PC.

Ho letto le email di Libero, e le ho anche cancellate.

Insuperabile! Ho visto anche casa mia in Brasile con Google Maps.

Appena mi stancherò di giocarci vi darò più informazioni.

 

Paz

P.S.: La Apple ha appena fatto uscire la versione da 16 GB che costa 100 dollari in più di quella da 8GB.

P.P.S.: Grazie ancora Anna, e non riesco a dimenticare i tortellini 😀

Il portatile in una busta! 15 gennaio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: , , ,
comments closed

 

macbook air

Ebbenesì, il salto praticato da apple con il primo iBook, in cui non vi erano i dischetti (quelli quadrati e neri), è stato riproposto ed aumentato.

Questo computer (il Macbook Air) è stato costruito per lavorare in modalità Wi-fi. Ha l’essenziale per lavorare bene, velocemente, ha un multitouchpad in cui sono possibili un sacco di figate con l’utilizzo di molteplici dita (più ne ha più ne metta), e soprattutto “STA IN UNA BUSTA!!!“. (cliccate qui per vedere il filmato illustrativo della Apple)

 

macbook air nella busta

Oltre a questo, la Apple ha presentato la nuova versione di AppleTV, un aggeggino che si attacca al televisore ed è come se tu avessi tutto il tuo computer nel televisore. Inoltre direttamente da AppleTV si potranno noleggiare ed acquistare film e programmi TV.

Ah! La nuova AppleTV rivoluzionaria non è altro che l’update gratuito di software della vecchia, che tra l’altro ha avuto il prezzo diminuito di 70 euro.

In giunta è stato annunciato un nuovo pacchetto software per iPhone che consente il posizionamento in una mappa senza l’utilizzo di GPS. Lo fa triangolando la posizione delle antenne degli operatori.

In perfetto stile Apple, le persone comprano un prodotto e con un semplice aggiornamento gratuito di software si trovano fra le mani un prodotto nuovo e più fico!

Robe da non credere.

Comunque nel breve termine non ho né i soldi, né il bisogno e né la voglia di acquistarmi un Macbook Air o un Apple TV. Il mio ego vuole solo iPhone.

Paz

Cosa ci riserverà Stefano Lavori? 15 gennaio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: , , , , ,
comments closed
Keynote

Come ben sapete, questo blog si è sempre schierato a favore dei computer Apple. Anzi, questo stesso blog viene scritto, consultato e corretto da computer Apple. E questo in attesa che gli iPhone entrino nella nostra vita.

Oggi avverrà l’appuntamento di ogni anno con la tecnologia d’avanguardia, l’MacWorld Keynote di San Francisco (Keynote è il nome che Apple usa per la consueta “presentazione”) che viene sempre presentato da quel mattacchione di Steve Jobs.

L’anno scorso hanno stravolto il mondo della telefonia reinventando completamente il dispositivo e “regalando” della tecnologia e dei brevetti di estrema avanguardia alla gente comune (o quasi).

Per quest’anno ci si aspetta, oltre ad una nuova versione dell’iPhone, il tanto famigerato Sub-Notebook, e cioè, un portatile più piccolo del solito e completamente touch-screen. Una specie di iPhone da mettere in borsa, anziché in tasca.

Il moto del Keynote di quest’anno è “There’s something in the Air” (c’è qualcosa nell’aria) e si gioca spesso sulla parola Air, tant’è che probabilmente il nuovo Sub-notebook verrà chiamato appunto MacBook Air (pare sia apparso fra le visite di alcuni siti famosi).

Se devo dire la mia, secondo me quest’anno verrà messa in atto in maniera evidente la strategia di Apple di integrare tutti i dispositivi della casa, creando un comando completo di tutto a partire da un dispositivo portatile e touch-screen.

Io sto fremendo, e se volete darmi del pazzo fatelo pure.

Paz

“Get a Mac” in italiano 20 settembre, 2007

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
comments closed

Vi annuncio la traduzione in italiano degli spot americani di “Get a Mac”.In pratica sono gli spot che la Apple fa per convincere la gente che è meglio il Mac che il PC. Fanno ridere un casino, ma proprio tanto.
Qui sotto ho messo il mio preferito. (Quando loro dicono “omm muvi” intendono dire “Home movie”)
Se avete l’occasione guardate anche quello sulla “sicurezza” cliccando qui.  Paz

i-Phone i-ddicted 19 settembre, 2007

Posted by ipernova in Acquisti, Apple, Del + e del -.
comments closed

Prima di dire alcuna parola sull’iPhone vi metto qui sotto un filmato con tutte le pubblicità americane dell’iPhone per mostrarlo a chi non lo conosce. Guardatele tutte perché c’è da sbavare.

Avete visto come si zoommano le foto?!?!?! 😮
Tralasciamo il fatto che, come accade già per ogni software Apple, ridefinisce il concetto di intuitività, e sono certo che a mia madre andrà benissimo anche se il suo attuale cellulare ha + di 10 anni. (Tralasciamo anche il fatto che sto facendo un pensierino per mia nonna)
Durante la sua presentazione ufficiale in USA, Steve Jobs disse: “Stavamo cercando un dispositivo di puntamento diverso dal solito pennino e più pratico del mouse. Finché ci siamo accorti che l’uomo nasceva con 5 dispositivi di puntamento in ogni mano”. Tutto con le dita, che sogno!
La cosa fantastica è che in ogni schermata appaiono solo i bottoni che ti servono ed interessano. Ma soprattutto, se la Apple si accorge che serve qualche bottone in più, o che qualche bottone dà fastidio, lo risolve con l’aggiornamento software.Dalle notizie che mi giungono, l’iPhone funziona come nella pubblicità. Il che è una sorpresa viste le pubblicità a cui siamo abituati (tipo quelle dei prodotti per il pavimento!) 🙂 Il funzionamento è velocissimo e lui non accenna a pensare (con la clessidra/rotellina che gira).

Fa tutto quello che deve fare e con un prezzo inferiore agli attuali concorrenti.

I difetti dell’iPhone sono due.
1- Costa 400 euro, quindi se non vi servono tutte quelle funzioni, aspettate che esca il modello più semplice l’anno prossimo (così come è successo per l’iPod). E comunque con i numeri che stanno facendo il prezzo si abbasserà di ancora (costa già 200$ in meno che all’inizio)
2- Sei obbligato ad abbonarti al gestore specifico pagando tariffe salate con tutto compreso. Questo problema si risolve subito perché in 20 minuti si riesce a sbloccare il cellulare tramite software.

Eppoi, provate a pensare, se l’iPhone con tutto quello che fa costerà 400 euro, questo vuol dire che abbasserà di conseguenza i prezzi di tutti gli altri cellulari. La vedo dura per la Motorola e la Nokia, venderò le mie azioni 🙂

Ultima nota, il modello da 4GB, che hanno tolto dal mercato 1 mese fa, all’Apple store americano lo vendono a 300 dollari (cioè 213 euro). Il problema è che non si può acquistare dall’Italia. Se combinate qualcuno di americano che lo riceva a casa e me lo rispedisca vi do subito, ed in contanti, tutta la mia amicizia 🙂 e magari anche una pizza. (l’iPhone americano funziona senza problemi con una scheda italiana)

E voi? Comprereste un iPhone? O sono io l’unico malato?

Paz