jump to navigation

Come sbloccare un iPhone 27 febbraio, 2008

Posted by ipernova in Del + e del -.
Tags: , , , , ,
comments closed

State per essere reindirizzati. Se ciò non avviene, cliccate qui per leggere la versione aggiornata della guida

foto iphone

Io ho un iPhone.

E come un terzo degli utilizzatori di iPhone, il mio l’ho sbloccato (è da notare che gli iPhone 3G intanto non sono sbloccabili, il mio modello è quello vecchio).

Per onor di cronaca il mio iPhone provviene dagli USA (acquistato con carta di credito da un’amica), ma questo non cambia niente nell’operazione di sblocco rispetto agli iPhone tedeschi/francesi/inglesi.

Secondo me, il miglior sito italiano che indica passo a passo lo sblocco è quello di Maclub.

L’autore si è sempre dimostrato disponibilissimo a rispondere qualsiasi dubbio via email. Attualmente lo sblocco è un gioco da ragazzi.

Avendo premesso il SITO ITALIANO DI RIFERIMENTO PER LO SBLOCCO DELL’iPhone, passiamo a dei chiarimenti utili per chi vuole sbloccare il telefono della mela (così non dovrete rompere le scatole all’autore del sito).

Il software di un iPhone ha due elementi che dovete conoscere: il Firmware (e cioè il software che tocchiamo) ed il Boot loader che è un programmino più complicato che fa altre cose complicate.

La differenza fondamentale fra queste due parti è: Il Firmware si può scegliere, il Boot loader no.

E quindi se la versione del Firmware che un iPhone ha non è ancora stata sbloccata, si può tranquillamente mettere nel telefono una versione che invece ha già subito lo sblocco. Qualunque cosa facciate di sbagliato all’iPhone, potrete tranquillamente azzerarlo e partire da una qualsiasi versione del Firmware.

Diversamente, il Boot loader non si può scegliere. Questa è una parte del software che viene di fabbrica sull’iPhone e che, teoricamente, non si può cambiare (nemmeno con un involontario aggiornamento software). Un cambiamento della versione del Boot Loader da parte di Apple, di solito vanifica le procedure di sblocco del Telefono. E quindi si deve attendere che qualcuno riesca a fare breccia, e sostituirlo con una versione totalmente sbloccabile (che per chi conosce è la 3.9). Attualmente tutte le versioni di bootloader degli iPhone di prima generazione (quelli vecchi) sono sbloccabili. Purtroppo l’iPhone 3G non ha ancora dimostrato nessuna breccia nel software ed è tutt’ora non sbloccabile.

(Per tutto le info riguardanti il Boot Loader ringrazio Sancios (che a sua volta ringrazia quelli di ModMyApple))

Detto questo, vi terrò aggiornati nei commenti qui sotto (i miei sono in arancione), potete scrivermi qui sotto qualunque dubbio. Sarò contento di darvi una mano (fra utenti Apple ci si aiuta sempre).

Paz

Annunci

Grazie Anna (HO UN iPhone!!!) 7 febbraio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: ,
comments closed

cellulare

Ebbenesì, questa settimana ho avuto l’onore di rincontrare un’amica di vecchia data (quando ancora studiavamo in Brasile).

Questa mia amica, per caso (ma anche per merito), abita nel NJ (che per “noi” cosmopoliti vuol dire New Jersey) e cioè, dall’altra parte di Manhattan (Brooklin è a destra e NJ a sinistra).

Siccome sapeva di questa mia fissazione per l’iPhone, mi ha fatto l’enorme piacere di portarmene uno.

CE L’HO!

Ho già sbloccato tutte le funzioni tranne quella telefonica.

è avanti di millenni. ho letto questo stesso blog in forma integrale ed identica a quanto si vede da un normale PC.

Ho letto le email di Libero, e le ho anche cancellate.

Insuperabile! Ho visto anche casa mia in Brasile con Google Maps.

Appena mi stancherò di giocarci vi darò più informazioni.

 

Paz

P.S.: La Apple ha appena fatto uscire la versione da 16 GB che costa 100 dollari in più di quella da 8GB.

P.P.S.: Grazie ancora Anna, e non riesco a dimenticare i tortellini 😀

Cosa ci riserverà Stefano Lavori? 15 gennaio, 2008

Posted by ipernova in Apple, Del + e del -.
Tags: , , , , ,
comments closed
Keynote

Come ben sapete, questo blog si è sempre schierato a favore dei computer Apple. Anzi, questo stesso blog viene scritto, consultato e corretto da computer Apple. E questo in attesa che gli iPhone entrino nella nostra vita.

Oggi avverrà l’appuntamento di ogni anno con la tecnologia d’avanguardia, l’MacWorld Keynote di San Francisco (Keynote è il nome che Apple usa per la consueta “presentazione”) che viene sempre presentato da quel mattacchione di Steve Jobs.

L’anno scorso hanno stravolto il mondo della telefonia reinventando completamente il dispositivo e “regalando” della tecnologia e dei brevetti di estrema avanguardia alla gente comune (o quasi).

Per quest’anno ci si aspetta, oltre ad una nuova versione dell’iPhone, il tanto famigerato Sub-Notebook, e cioè, un portatile più piccolo del solito e completamente touch-screen. Una specie di iPhone da mettere in borsa, anziché in tasca.

Il moto del Keynote di quest’anno è “There’s something in the Air” (c’è qualcosa nell’aria) e si gioca spesso sulla parola Air, tant’è che probabilmente il nuovo Sub-notebook verrà chiamato appunto MacBook Air (pare sia apparso fra le visite di alcuni siti famosi).

Se devo dire la mia, secondo me quest’anno verrà messa in atto in maniera evidente la strategia di Apple di integrare tutti i dispositivi della casa, creando un comando completo di tutto a partire da un dispositivo portatile e touch-screen.

Io sto fremendo, e se volete darmi del pazzo fatelo pure.

Paz